· 

Ti hanno chiamata per un colloquio di lavoro? Devi sapere le 3 cose che non dovresti mai fare se vuoi essere assunta

Se vuoi essere assunta, ti diciamo 3 cose che non dovresti mai fare durante un colloquio di lavoro.

Le 3 cose che non dovresti mai fare durante un colloquio di lavoro se vuoi essere assunta

Stai cercando lavoro?

Iniziare un nuovo lavoro comporta naturalmente una certa dose di stress e questo è comprensibile, sia che si tratti del tuo primo lavoro o di un cambiamento di azienda.Se è la tua prima assunzione potresti avere molte domande in testa. Dai dubbi sul fatto di essere all'altezza del ruolo, al  dubbio di essere capace di rispondere alle aspettative del datore di lavoro, ma la preoccupazione primaria che dovresti avere riguarda la fase del colloquio stesso.Certo, alcuni suggerimenti dovrebbero essere scontati, come essere sorridente e essere gentile, ma il vero segreto è nel sapere fare una buona impressione al primo colloquio. 

Secondo un rapporto sui dati di LinkedIn, il 63 percento dei recruiter si fa un'opinione su una persona entro due settimane e il 15% già da subito. Questo significa che hai due settimane per mettere in mostra le tue abilità interpersonali e fare comprendere al datore di lavoro se sei la persona giusta per ricoprire quella posizione per la quale ti sei candidata.In generale, dovresti essere non solo qualificata, e in grado di svolgere il lavoro,ma anche aperta, disposta a imparare, rispettosa e affidabile. Ma vediamo i 3 principali errori che vengono commessi e che ti possono tagliare le possibilità di carriera.

1.Fare la sapientona

Non tutti hanno una personalità naturalmente affascinante e carismatica , ma in ogni caso anche se tu l'avessi non farai mai una buona impressione facendo la sapientona, e comportandoti come se fossi la migliore e la più intelligente di tutti.Soprattutto all'inizio, cerca di essere più umile e capace di ascoltare invece di parlare come una macchinetta. Ascoltare inoltre ti darà anche più tempo per capire la personalità che hai davanti e calibrare le tue risposte.Del resto sei li per essere assunta e imparare, e non per primeggiare!Non ancora almeno.

2.Non sapere porre le domande giuste e chiarire le tue aspettative

Questo errore è davvero drammatico, perchè innesca un'altra serie di errori a catena.Fare delle domande può intimorirti ma è assolutamente indispensabile, soprattutto fare quelle giuste.Del resto se non ti esprimi non puoi certo aspettarti che il tuo interlocutore, per quanto bravo, possa leggere nel tuo cervello. Quali domande dovresti fare? Non certamente quelle ovvie alle quali potresti facilmente rispondere da sola cercando su google.Fai solo le domande per le quali non hai veramente alcuna possibilità di ottenere una risposta mettendo in gioco tutte le tue abilità.Domande pertinenti, e ponderate. E per farle dovrai assolutamente  ascoltare bene quello che ti stanno dicendo. Come sempre l'ascolto è molto ma molto importante e troppo spesso sottovalutato.

3.Cercare di imporre subito le tue idee

Ci può stare che tu abbia mille idee valide, ed è per questo che sei stata chiamata, ma aspetta a metterti in gioco.Ancora non conosci l'azienda, non conosci i collaboratori, e ti serve tempo e maggiori informazioni per sapere quale potrebbe essere l'idea giusta che potrebbe anche risolvere dei problemi dell'azienda per la quale ti stai candidando,ma metti da parte l'orgoglio personale e riserva le tue idee per una eventuale fase successiva. Diventa come una spugna, capace di assorbire più informazioni possibili, e arriverà il momento in cui potrai offrire i tuoi "preziosi" suggerimenti.