· 

La giornata internazionale contro la violenza sulle donne deve portarci a riflettere

di Patrizia Colbertaldo

25 novembre giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Stop alla violenza sulle donne

"La violenza sessuale contro donne e ragazze è radicata in secoli di dominio maschile. Non dimentichiamo che le disparità di genere che alimentano la cultura dello stupro sono essenzialmente una questione di squilibri di potere". 

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres

Oggi 25 novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, e come donna  mi sento di scrivere un articolo su questo tema. Riporto in alto quanto affermato dal segretario nazionale delle Nazioni Unite  e che è assolutamente condivisibile. Uno squilibrio di potere e una confusione totale sul ruolo della donna che deve imparare a difendersi non accettando dall'inizio nessun tipo di abuso.L'eradicazione della violenza sulle donne secondo me è possibile se cominciamo già dalla prima infanzia ad educare i nostri figli su cosa significhi davvero essere uomo e essere donna.Perchè la donna non deve dimenticare il suo importante ruolo nel mondo e nella società, e deve sapere che non deve MAI mettere la propria vita nelle mani di un uomo. Deve imparare a riconoscere i vampiri affettivi che la circondano, i violenti,i narcisisti, gli psicopatici e tutte le persone incapaci di amare qualunque ne sia la ragione.Questo si potrà ottenere solo attraverso un' educazione che possa portare maggiore consapevolezza fino da bambini, che possa farci comprendere quanto la violenza sia un'aberrazione sotto ogni forma e quanto sia importante avere gli strumenti per difendersi. Perchè la violenza sulle donne non riguarda solo le spose bambine,o i paesi in cui esiste ancora la lapidazione. La violenza sulle donne è stata perpetrata nei secoli da una cultura di sottomissione che ancora vede la donna come un essere inferiore e nei paesi occidentali così come anche nel nostro paese ogni giorno leggiamo di storie di abusi fisici e psicologici, di femminicidi e notizie di orrore perpetrate ai danni delle donne.

La Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

La Dichiarazione sull'eliminazione della violenza contro le donne emessa dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1993, definisce la violenza contro le donne come "qualsiasi atto di violenza di genere che provoca o è suscettibile di provocare, danno fisico o psicologico  o sofferenza alle donne, comprese le minacce, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, che si verifichino nella vita pubblica o privata.". Questo è quanto potrete trovare sul sito delle Nazioni Unite.E voglio soffermarmi sulla violenza psicologica che spesso sfocia in quella fisica e che ha radici che dobbiamo eliminare attraverso l'educazione dei nostri figli.Perchè ogni donna dovrebbe conoscere i propri diritti e non accettare nemmeno un soffio di accennata violenza limitando la possibilità di esserne vittima.

Comprendere il nostro valore

Comprendere il nostro valore, il nostro ruolo di donne nel mondo, e i nostri diritti è fondamentale per prevenire e stroncare sul nascere ogni forma di violenza. Come Life Coach ho modo di parlare con molte donne ogni giorno, e mi capita spesso di trovare ancora moltissime donne che non sono consapevoli di se, che subiscono ogni giorno violenze psicologiche e fisiche, che giustificano i loro mariti o compagni, che si sentono in colpa, e che si sentono responsabili dei comportamenti prevaricanti degli uomini cui permettono di entrare e di restare nelle loro vite. Abbiamo parlato più volte del narcisismo patologico, di quella forma di violenza sottile che è una forma aberrante di violenza psicologica che porta cicatrici enormi sull'anima delle donne che verranno deprivate spesso per tutta la loro vita dalla possibilità di amare in modo maturo , e che avranno bisogno di anni per ricostruire un'autostima fatta a pezzi.

Imparate a riconoscere i "mostri" e teneteli fuori dalle vostre vite!

I narcisisti patologici e i vampiri affettivi

Mi voglio soffermare sulla violenza che colpisce ogni giorno le donne nei nostri paesi cosiddetti civilizzati dove le donne ancora vengono messe "al rogo", che se non è più un rogo vero e proprio ha comunque le radici in quei roghi medievali che si consumavano nel medioevo e dove le donne venivano bruciate come streghe talvolta colpevoli solo del fatto che nevicasse.Nell'arco di 5 secoli solo dalla chiesa cattolica sono state torturate e uccise oltre un milione di donne di cui molte ancora bambine. Oggi il rogo può essere mediatico o può consumarsi nel silenzio delle mura domestiche, e se alcune donne non conoscono i limiti di un amore "sano" accettando soprusi e violenze psicologiche e fisiche, giustificando compagni e mariti, molte sono anche le donne che quelle violenze le denunciano ma che rimangono inascoltate per varie ragioni tra cui le lungaggini di un sistema giudiziario che non attua misure preventive e che nella maggior parte dei casi "giudica" in anni di processi donne che avevano trovato il coraggio di denunciare, donne che temevano per la loro incolumità e che sono poi state barbaramente uccise.Si devono adattare misure più dure, ci devono essere più centri di ascolto, ma si deve puntare soprattutto all'educazione e allo sviluppo della consapevolezza per sradicare secoli di ignoranza che giacciono ancora nella coscienza collettiva.

Il mio messaggio per le donne

Smettetela di giustificare, smettetela di sentirvi in colpa, inadeguate, o sbagliate!Semplicemente perchè non lo siete.Siete meravigliose così come siete, con i vostri difetti, le vostre rughe e i vostri sacrosanti diritti di essere ciò che volete. Non ci sono mariti o compagni che la sanno più lunga di voi, non ci sono uomini che vi trattano male perchè vi amano.Chi vi urla addosso, chi vi fa stare male, qualunque ne sia la ragione semplicemente NON VI AMA. E non sa neanche che cosa sia l'amore. Care donne, sorelle, madri, amiche, voi avete il diritto di essere chi vi pare, di indossare quello che volete, e dovete avere gli strumenti per difendervi! Voi siete complete e bellissime così come siete, anche se a lui non piacete, e per ogni uomo al quale non piacete per come siete, ne troverete altri che vi apprezzeranno per quello che siete. Potete sempre migliorare, potrete avere più cura di voi, del vostro fisico e delle vostre emozioni, ma non lo fate per nessuno, fatelo per voi stesse. Perchè farà bene alla vostra anima, farà bene alla vostra autostima. E vi prego, smettetela di giustificare i vostri uomini e i vostri compagni se si comportano male. Nessuno può essere responsabile delle azioni degli altri. Neanche VOI. Qualsiasi cosa abbiate detto o fatto VOI non siete responsabili delle azioni degli altri. Dovete diventare responsabili delle vostre azioni e smettetela per favore di mettere la vostra vita nelle mani di un uomo, semplicemente perchè la vostra vita non gli appartiene, come non gli appartengono le vostre emozioni o i vostri sentimenti.Non smettete di credere alle favole. Il mondo è pieno di uomini meravigliosi, ma anche di lupi cattivi e dovete imparare a riconoscerli. Come ? Definendo i vostri spazi, conoscendo il vostro valore, accettando i vostri errori, e imparando ad allontanarvi al primo segnale di mancanza di rispetto, imparando ad amare il rumore dei vostri passi mentre si allontanano da tutto quello che non è fatto per voi.Non ci sono modelli da inseguire, ci siete voi, con la vostra unicità, i vostri desideri, e finchè non fate male a nessuno, niente è sbagliato. Ricucite le vostre ferite prima di mettervi in una relazione. Non mendicate amore, non mendicate le briciole che un uomo vi da. Perchè se un uomo non vi cerca non vi ama. Se non vi chiama non è interessato. se vi tratta male, se vi offende, se gioca con voi, se vi tiene sul filo del rasoio apparendo e poi sparendo sta giocando con la vostra autostima, con il vostro bisogno d'amore.Andatevene, e lasciate andare tutti quegli uomini che vogliono solo giocare con voi, che non vi rispettano,che non vi trattano come vorreste. Non è colpa vostra, voi siete perfette così come siete, bellissime nelle vostre rughe, degne d'amore anche con i vostri errori, e meritevoli di rispetto anche se non vi piacete. Non lasciate MAI che sia un uomo a definire il vostro valore, ma siate voi a definirlo, cominciando ad apprezzare tutte le cose belle che sapete fare, siate grate di essere nel mondo e di potere migliorare quello che di voi non vi piace,ma ancora una volta fatelo per voi. Chi vi urla addosso non è degno del vostro amore, chi vi fa male non è degno di voi.L'amore fa bene, l'amore, quando è vero non fa male. Fa bene all'anima, vi fa sentire bene, vi da maggiore energia. Se un uomo vi fa piangere non vi ama, e voi non lo implorate di restare nella vostra vita.Per quanto sia bella la maschera che porta non è degno di voi.Dovete imparare a guardare sotto la maschera!

Come riconoscere il lupo cattivo

Per riconoscere il lupo cattivo dovete imparare a guardare oltre la maschera. Magari ha le zampe imbiancate, o magari porta un mantello azzurro, o cavalca un bianco destriero, e a voi sembra l'uomo più bello del mondo.E invece è un mostro, un vampiro che è venuto a divorarvi l'anima.

Come fate a riconoscerlo?

Guardate i fatti e non ascoltate solo le parole.Le parole si possono dire molto facilmente ma i fatti definiscono chi è la persona che state frequentando.Se i fatti non corrispondono alle parole, se lui vi ferisce, se non vi rispetta andatevene. Non aspettate un giorno, un mese, o un anno. Andatevene subito.Non cercate di cambiarlo. Perchè non cambierà , e soprattutto non per voi. Perchè nessuno cambia a meno che no lo scelga.E se vorrà cambiare, potrete sempre rivalutare la situazione quando sarà cambiato, ma intanto andatevene.Se vi tira uno schiaffo non è COLPA VOSTRA. Magari lo avete fatto arrabbiare, ma la responsabilità è la sua.Rivedete i vostri comportamenti, ma andatevene da chi vi usa violenza. La  sua rabbia è la sua rabbia e la violenza non è MAI giustificata qualsiasi cosa abbiate detto o fatto.Dentro di voi è nascosta la più grande forma d'amore che esiste ed è l'amore per voi stesse.Una volta trovata la fonte di quell'amore non avrete più bisogno di mendicare le briciole di "attenzione" che un uomo vi da.

Una volta che avrete scoperto l'amore per voi stesse sbarrerete la porta al lupo e lo riconoscerete anche dietro la più bella delle maschere.E non gli aprirete la porta del vostro cuore e neppure la porta di casa. Questa è la regola, la definite voi. Non ci sono regole o modelli da seguire, c'è solo quello che volete accettare per voi.Non vi accontentate di meno. Non sentite le scuse, guardate i fatti.Nessuna maschera regge dietro ai fatti. Fate di più per voi stesse. Fate cose che vi aiutino a trovare la stima di voi stesse, curate i vostri desideri e le vostre aspirazioni. Siate indipendenti, e siate piene d'amore per voi stesse.Se non lo sentite guardatevi bene allo specchio e riconoscete tutte le cose belle che avete, e tutte le cose belle che sapete fare. Una volta che avrete trovato l'amore in voi, i "lupi" non vi cercheranno più, e i vampiri non sentiranno più il vostro odore. Perchè i vampiri, i violenti, i prevaricatori non conoscono l'amore, pertanto non vi verranno più a cercare, perchè non avrete più nutrimento da dargli!E in quell'amore per voi stesse potrete un giorno incontrare l'amore di un uomo.

E ringrazierete il cielo.