· 

Conosci il Kimchi?

Parente dei crauti? Forse si ma si chiama Kimchi.

Kimchi

Scopri il superfood coreano

Nell'ultimo decennio, gli alimenti fermentati sono diventati sempre più popolari, anche se la fermentazione e i cibi fermentati si conoscono ormai da tempo.Basti pensare allo yogurt, al formaggio gorgonzola,al vino, ai sottaceti e a molto altro ancora. Uno dei cibi fermentati meno conosciuti, è sicuramente il kimchi,  che è una delle più antiche tradizioni culinarie esistenti, con origini che risalgono addirittura a migliaia di anni fa.

Gli alimenti fermentati hanno molti benefici per la salute e il kimchi si può trovare già pronto nei negozi di alimenti asiatici o di alimenti naturali, dove viene venduto in barattoli.Non essendo proprio a buon mercato ed essendo essenzialmente cavolo, puoi provare a farlo da sola con i nostri suggerimenti.

Cos'è il Kimchi?

Il Kimchi è un piatto di verdure fermentato con un sapore piccante, ed è l'elemento più iconico della cucina coreana. Analogamente ai crauti, il kimchi viene solitamente preparato con cavolo, ma ci sono oltre 100 varietà di kimchi che includono ingredienti diversi, dal cetriolo alla zucca. Come altri alimenti fermentati come kombucha e sottaceti, il kimchi è ricco di probiotici e può aiutare per la digestione, l'infiammazione e la salute generale dell'intestino.

Come fare il Kimchi a casa

Ci sono migliaia di ricette di kimchi, ma la verità è che non esiste una "migliore" versione di kimchi. Una volta che conosci la formula di base, potrai evolvere la tua ricetta di kimchi per trovare quella che ti piace di più.La potrai fare infatti più dolce o più piccante, o più o meno salata.Il kimchi tradizionale richiede cavolo, ravanello daikon e scalogno verde, ma puoi anche usare normali cavoli verdi e carote o un'altra verdura. C'è chi aggiunge anche delle pere, quindi davvero via libera ai tuoi gusti e alla tua fantasia!Ma vediamo che cosa ti occorre e come preparare la ricetta base.

1.Prepara la salamoia

Immergi il cavolo prima in una salamoia d'acqua. 

Per la salamoia, taglia il cavolo a cubetti, e immergilo in acqua molto salata da 6 a 24 ore. Mescola alcune volte durante il processo per assicurarti che la il processo avvenga in modo uniforme. La salatura consente al cavolo di assorbire gradualmente il condimento del kimchi, consentendo un sapore più profondo. Durante il processo della salatura, copri il cavolo con un piatto o un tagliere, o un coperchio pesante,per far si che tutti i pezzi siano completamente immersi nell'acqua e sale.

2.Impasta

È qui che proviene il sapore iconico del kimchi e ciò che lo differenzia da altre verdure fermentate come i crauti. Gli ingredienti base per la pasta di spezie sono aglio, zenzero, gochujang (pasta di peperoncino coreana) e salsa di pesce (puoi usare il miso per una versione vegetariana). Alcuni aggiungono anche un po' di zucchero o comunque del dolcificante.Ma ne basterà un cucchiaino, e ti consigliamo di usare quello di canna. Metti tutto in un robot da cucina con un po' d'acqua e frulla fino a che non si formerà una pasta.Se vuoi puoi aggiungere anche un po' di farina di riso ma non è necessaria.Fallo solo se la pasta dovesse rimanere un po' acquosa.In questo caso, cuoci 2 cucchiai di farina con 1 tazza di acqua fino a quando non comincerà ad addensarsi, dopo di chè fai raffreddare e aggiungi agli altri ingredienti.

3.Fermenta

Scola il cavolo e sciacqualo sotto l'acqua fredda, scolando più liquido possibile. Usando delle pinze o le mani (ricordati di mettere i guanti perchè se poi ti sfreghi gli occhi saranno dolori), massaggia la pasta nel cavolo fino a quando non sarà uniformemente ricoperto. A questo punto ti conviene assaggiare per vedere se vuoi aggiungere più piccante o sale o zucchero.Se si utilizza una pentola di fermentazione, è possibile rimettere la miscela di kimchi a questo punto, aggiungendo solo alcuni cucchiai di salamoia rimanente e premendo il kimchi verso il basso. Se non hai una pentola, puoi mettere il kimchi stretto in barattoli di vetro e assicurarti che ci sia abbastanza liquido per coprire la miscela. Metti i coperchi sui barattoli ma lasciali liberi in modo che l'aria possa fluire.Non ti preoccupare se il tuo kimchi sviluppa un sottile strato di muffa o schiuma in cima, perchè è del tutto normale. Basta raschiarlo e continuare la fermentazione.Dopo 2-3 giorni metti il kimchi in frigorifero in un contenitore con un coperchio stretto. Ora è pronto da mangiare, ma più a lungo rimane, più fermenterà e più si svilupperà il sapore. Assicurati di riporlo facendo attenzione che tutte le verdure siano immerse, e conservalo in frigo per un massimo di tre mesi.Il Kimchi può essere usato negli involtini di lattuga, nei noodles o nella zuppa di pollo e dovunque ti vada di sperimentare questo particolare e salutare sapore della tradizione coreana.