· 

Come scrivere un curriculum ed essere certi che non venga cestinato

Sapevi che il tuo curriculum può essere cestinato in soli 10 secondi se non lo scrivi bene? Per quanto il tuo curriculum sia ricco di esperienze e la tua candidatura una tra le migliori, se non la saprai riassumere in un curriculum valido probabilmente sarai scartato alla prima fase di selezione. Per questo ti diamo qualche suggerimento utile su come scrivere un curriculum ed essere assunto per il lavoro dei tuoi sogni.

Come scrivere un ottimo curriculum vitae e farsi assumere

Ormai la carta è obsoleta e il digitale è la chiave, ma cosa cambia questo per scrivere un curriculum e come farne a scrivere uno che possa essere ritenuto interessante?Che tu sia alla prima esperienza di lavoro o che tu stia cercando nuove opportunità, avrai bisogno di un buon curriculum perchè è la prima cosa che vedranno di te.Negli ultimi anni anche in fatto di stesura di curriculum sono cambiate alcune regole e anche il modo in cui si presenta un curriculum. Molte sono anche le offerte di lavoro da casa, molto comode se sei una donna con figli ancora piccoli, e comunque ci sono alcune cose che è meglio sapere per scrivere e inviare un curriculum che non sia immediatamente cestinato e quindi perdere interessanti opportunità di carrieraAbbiamo chiesto ai recruiter più importanti la loro opinione, per capire meglio cosa li influenza nelle scelte e poterti dare i migliori consigli per la tua prossima futura assunzione.Leggi l'articolo e se stai cercando lavoro in bocca al lupo!

Fai colpo al primo impatto

Lo sapevi che l'80% dei curriculum viene cestinato in circa 10 secondi? Forse ti sorprenderà ma è una statistica convalidata, che ti spingerà a fare di più e a spingerti oltre nella lettura per scrivere un buon curriculum che passi il primo importante step.La prima cosa è essere chiari e concisi per evitare ogni minima possibilità di essere interpretati erroneamente.I principali datori di lavoro utilizzano software di analisi per analizzare il tuo curriculum prima ancora che sia letto da un essere umano. Funzionalità come colorazioni particolari o formattazioni non tradizionali possono far si che il tuo curriculum sia cestinato prima ancor di raggiungere la scrivania del recruiter. Per evitare questo dovresti attenerti agli standard del settore per quanto riguarda la formattazione, e concentrarti su degli ottimi contenuti per fare risaltare il tuo curriculum tra la pila degli altri curriculum che (ricorda che possono essere centinaia) l'azienda per cui ti candidi riceve.Questo non significa che dovrai farti fare il curriculum da un grafico professionista, anzi la chiave è creare un curriculum il più semplice possibile, perchè questo farà la differenza nella prima fase affidata ai "robot".Ovviamente se stai inviando un curriculum per una posizione che ha a che fare con la grafica il discorso cambia, perchè in questo caso il tuo curriculum dovrà avere anche un primo impatto grafico positivo che mostri le tue capacità.

 

Occhio alla lunghezza

La tendenza generale è quella di mantenere la lunghezza del curriculum su una sola pagina, ma c'è un'eccezione a questo. Se sei un senior e hai molte esperienze alle spalle, non dovrai certo aggiungerle tutte, ma inviare un curriculum un po' più lungo. In linea generale dai 10 anni di esperienza in su dovresti andare sulle due pagine, mentre se hai meno di 10 anni di esperienza vale la regola i rimanere su una sola pagina di lunghezza.Dovrai ovviamente segnalare solo le esperienze più recenti e più significative. Se vuoi mostrare più esperienze ai recruiter, indica il tuo profilo Linkedin dove potrai mettere tutto il tuo curriculum dagli studi alla prima esperienza lavorativa, così che potranno andare a vedere solo se interessati alla tua candidatura.

Controlla grafica e stile

Se sei nel campo della progettazione grafica, come abbiamo già detto, la presentazione grafica e lo stile del tuo curriculum dovranno dare un'impronta delle tue capacità. Per tutti gli altri tipi di lavoro, salta invece formati appariscenti o "idee grafiche"  non necessarie e attieniti ad uno stile semplice.Utilizza un unico carattere e solo il nero.

Scegli tra i font sicuri come Arial, Helvetica, Times New Roman o Calibri nella dimensione 10 o 12, così che il tuo curriculum possa superare il software di scansione iniziale e che possa essere successivamente letto da un occhio umano.All'interno del curriculum, utilizza le intestazioni per separare le sezioni di contenuto. Per presentare in ordine mansioni, responsabilità e risultati ottenuti, ti consigliamo di utilizzare i punti di media grandezza.In linea generale il curriculum che mette in ordine cronologico le esperienze, partendo dalla più recente, è il migliore, mentre se sei un neolaureato il tuo curriculum dovrà essere incentrato sugli studi effettuati e i risultati conseguiti. Se invece stai pensando di cambiare settore dovrai incentrare il tuo curriculum sulle abilità personali che mettano in evidenza, la tua capacità di cambiare settore, quindi focalizzati sulle capacità di pensiero critico, sulla presentazione, e le capacità di scrittura che potrai trasferire nel nuovo settore per il quale ti stai candidando.Sempre in linea generale, il layout dovrebbe avere un formato verticale, da sinistra a destra. Se utilizzi disegni e pagine complicate, caratteri insoliti o immagini, rischi di rendere illeggibile il tuo curriculum ai software di analisi utilizzati dalla maggior parte delle aziende che stanno assumendo.

 

Attenzione ai dettagli

I dettagli di ciò che il tuo curriculum includerà sono probabilmente quelli riguardanti la specifica posizione per la quale ti stai candidando. In ogni caso, qui il consiglio è quello di includere solo le basi, ossia la cronologia dei lavori più salienti e recenti, i risultati accademici, ed eventuali riconoscimenti o corsi di formazione già completati, insieme ad alcune informazioni personali, come eventuali tuoi impegni nel volontariato, particolarmente apprezzati dai datori di lavoro, perchè fanno capire che il candidato è una persona che ha a cuore l'impegno nella sua comunità (ovviamente scrivilo solo se è vero e se non lo fai comincia a prendere in considerazione l'idea di fare qualche ora di volontariato), e potrà inoltre esserti utile in fase di colloquio per "rompere il ghiaccio".  

 

Benchè non sia necessario scrivere un obiettivo e un riassunto, il nostro consiglio è quello di includerli all'inizio, o nella breve lettera introduttiva al curriculum allegato, perchè questo ti darà l'opportunità di spiegare perchè sei entusiasta del ruolo specifico per il quale ti stai candidando e di quanto tu sia qualificato per ricoprire quella determinata posizione. Ricorda che un obiettivo e un sommario concisi  e ben scritti (oltre che possibilmente veritieri)potrebbero aiutare il tuo curriculum a raggiungere la cima della pila.

Aggiungi delle referenze

Quando si tratta delle referenze, se ne hai di buone, aggiungine qualcuna. Potrebbe essere un tuo ex datore di lavoro, o un ex manager,l'importante è che sia qualcuno che sei sicuro che parlerà bene di te.Non usare come referenze i tuoi attuali datori o colleghi di lavoro, perchè il tuo lavoro attuale e quello per il quale ti stai candidando dovrebbero rimanere più possibile separati.Se ritieni inserisci anche le informazioni di contatto delle tue referenze e il metodo. Chiedi a chi ti fornirà le referenze se preferisce ricevere una telefonata o una mail così non sbaglierai.In ogni caso, ricorda che se non sei almeno al 99,9% sicuro delle referenze che inserisci,il consiglio è quello di evitarle completamente, anche perchè sarai sempre in tempo a fornirle in fase avanzata di colloquio, e inoltre è importante che tu sappia che i contatti con i tuoi "referenti" saranno presi dai recruiter solo alla fine del processo di selezione.

 

 

Gli errori più comuni

A parte gli errori di formattazione, gli errori più comuni derivano dalle parole usate per descrivere  posizioni e responsabilità. Nel curriculum, ricorda che è importante essere chiari e concisi.

Inoltre l'uso improprio delle parole chiave possono in "era digitale" quale quella nella quale viviamo, rappresentare un problema, perchè potrebbero rendere difficile per l'analisi del software riconoscere l'esperienza e le competenze del candidato.Importante anche sapere che il software di analisi controlla anche il riempimento delle parole chiave, che si verifica quando un candidato mette insieme troppe parole chiave tipo, collabora, negozia, analizza, ottimizza, ecc., insieme, in una frase che risulta insensata. Se hai bisogno di aiuto potresti trovare on line degli strumenti validi, che ti guideranno attraverso le basi della creazione del curriculum specifico del tuo settore. Uno di questi lo troverai per esempio su Linkedin.

I consigli per il tuo curriculum on line

Sebbene avere un curriculum cartaceo possa essere ancora necessario, dovresti anche avere un profilo Linkedin.

Le parti che saranno più ricercate e guardate saranno la tua foto profilo, la posizione attuale, l'istruzione.

assicurati pertanto di inserire un'immagine professionale con il giusto contrasto e la giusta saturazione. La foto aiuterà colleghi e amici a riconoscerti, e potrebbe essere importante per avere più offerte dai recruiter delle aziende che stanno assumendo.Sottolinea bene le tue competenze, che secondo il 90 % dei professionisti del settore, sono ancora più importanti delle esperienze di lavoro, e includere cinque o più competenze può aiutarti a ottenere fino a 17 volte più visualizzazioni di profilo e 31 volte più messaggi da recruiter che stanno cercando e anche da altri contatti che ti potranno aiutare ed esserti comunque utili.


Altri articoli che potrebbero interessarti

ALIMENTAZIONE

Cosa mangiare quando ti alleni

BEAUTY

La routine semplice quotidiana per una pelle sempre al top

RELAZIONI

Conoscere il love bombing per difendersi dai narcisi

CASA

I nuovi trend per il

bagno di casa