· 

Tutto quello che non dovresti lavare in lavastoviglie

meglio leggere questo articolo prima di fare dei danni.

servizi in ceramica e porcellana

La  lavastoviglie è irrinunciabile per il tempo che ci permette di risparmiare, perchè è utile per igienizzare grazie ai cicli di lavaggio e perchè può lavare molti piatti e pentole senza grande sforzo da parte nostra. Una volta abituati alla lavastoviglie è difficile tornare indietro, tuttavia per quanto miracolosa possa essere, la lavastoviglie non è stata progettata per lavare ogni singolo oggetto della cucina. In effetti, alcuni oggetti si possono rovinare se li laviamo in lavastoviglie. Vediamo, in caso di incertezze di chiarire in questa guida cosa è meglio che tu non metta dentro la lavastoviglie, nemmeno per il solo ciclo di risciacquo.

Coltelli da cucina

Quando si tratta di pulire i buoni coltelli da cucina, è meglio lavarli a mano con acqua calda e sapone. Perchè ? Perchè in lavastoviglie si rovina l'affilatura delle lame che possono persino diventare più taglienti e aumentare quindi il rischio di lesioni accidentali durante l'uso.

Inoltre, l'acqua calda del ciclo di risciacquo e il calore intenso del ciclo di asciugatura possono allentare nel tempo, le impugnature dei coltelli, pertanto se vuoi che "vivano" a lungo prenditi il tempo per lavarli e asciugarli a mano. 

Alcuni oggetti di plastica

Quando si tratta di lavare i piatti, è meglio lavare gli oggetti di plastica a mano, dal momento che alcuni materiali plastici possono resistere al calore ma altri no. Pertanto leggi sempre l'etichetta del produttore prima di metterli in lavastoviglie.Eviterai danni.

Come regola generale, è meglio tenere gli oggetti in plastica etichettati come lavabili in lavastoviglie (che sarebbero oggetti fatti di plastica più robusta, come taglieri e scodelle) nel cestello superiore della lavastoviglie. Posizionare oggetti di plastica nella parte superiore li terrà lontani dal calore potenzialmente dannoso che proviene dal fondo della lavastoviglie. E ricorda, se il tuo articolo di plastica non dice "lavabile in lavastoviglie", non metterlo in lavastoviglie.

Pentole antiaderenti

Le pentole antiaderenti sono una necessità in molte famiglie, e alcune ricette sono impossibili da realizzare senza l'uso di una pentola antiaderente. si pensi ai pancake o alle frittate. La maggior parte delle pentole antiaderenti è realizzata con un materiale speciale chiamato Teflon che consente di cucinare  con poco o nessun olio o burro, e senza che il cibo si attacchi al fondo. Alcune pentole antiaderenti sono etichettate come "lavabili in lavastoviglie", ma per la maggior parte, questi articoli non sopportano il calore intenso della lavastoviglie. Se non vuoi danneggiare il rivestimento antiaderente, è meglio lavare questi oggetti a mano. Immergi gli oggetti antiaderenti in acqua tiepida e saponata  e utilizza uno spazzolino non abrasivo per rimuovere qualsiasi cibo.

Porcellana cinese e cristallo

Qui si parla di oggetti anche molto costosi e se non vuoi rovinarli e vuoi che durino nel tempo non lavarli in lavastoviglie!

La lavastoviglie può rovinare i colori e aumenta il rischio che si scheggino sia la porcellana che il cristallo. Per proteggere la tua raffinata porcellana e cristallo per le generazioni a venire, evita di esporle anche all'acqua troppo calda. Lavala invece con acqua tiepida, sapone per piatti delicato e aceto e asciugali accuratamente con un panno liscio.

Pentole in rame

Potresti essere tentato di gettare le tue pentole, padelle e tazze di rame in lavastoviglie per un lavaggio senza problemi, ma potresti fare più danni di quanto pensi.La lavastoviglie può infatti scolorire il rame e renderlo opaco, quindi è meglio lavare a mano questi oggetti con acqua calda e un sapone per piatti delicato.

Per lucidare il rame e farlo brillare, usa un detergente specifico per il rame o prova a usare succo di limone, sale e aceto. 

Pentole in alluminio

Mentre in genere l'acciaio inossidabile può essere lavato in lavastoviglie (assicurati solo di controllare le istruzioni del produttore), le pentole in alluminio no. Le pentole in alluminio infatti, se esposte all'acqua calda e al calore elevato della lavastoviglie, si sbiadiranno e si ossideranno molto rapidamente. Evita pertanto di lavare l'alluminio in lavastoviglie e anche di tenerlo a mollo in acqua calda e sapone troppo a lungo.

Piuttosto che mettere le pentole e le padelle di alluminio nella lavastoviglie, lavale con acqua e cremor tartaro. Per rimuovere la sbiaditura, fai bollire una miscela di un cucchiaio di succo di limone per ogni litro d'acqua e risciacquaci le pentole.

Utensili in legno (taglieri compresi)

Gli utensili da cucina in legno, compresi taglieri, cucchiai di legno o qualsiasi cosa con un manico di legno, non devono mai essere lavati in lavastoviglie. Con il passare del tempo, il detersivo per piatti abrasivo può graffiare la superficie degli oggetti in legno. Il ciclo di asciugatura della lavastoviglie può causare inoltre  la deformazione del legno o, ancora peggio, la rottura.

Pulisci i taglieri di legno immediatamente dopo ogni utilizzo con acqua calda saponata. Per disinfettare i taglieri dopo averli usati, puliscili con aceto bianco o una miscela di 2 cucchiai di candeggina in un litro d'acqua. Risciacquali accuratamente e asciugali a mano.

Oggetti in ghisa

Le padelle in ghisa sono sempre un buon investimento ma non puoi lavarle in lavastoviglie perchè le rovineresti definitivamente.Il detersivo infatti può rovinare lo strato protettivo delle padelle e delle pentole in ghisa, e questo strato grasso è  fondamentale per prevenirne la ruggine e aiuta inoltre  a prevenire che il cibo si attacchi.

Lava gli oggetti in ghisa con un risciacquo rapido senza sapone e usa solo un abrasivo delicato come il sale, e poi asciugali con la carta.


Altri articoli che potresti leggere

LIFE

Finalmente è arrivato Archie!

FESTE

Le poesie che faranno commuovere la mamma

CASA

Guida alle piante da interni

STYLE

Abiti senza maniche copiati

dallo stile di Meghan Markle