· 

Come organizzare al meglio la raccolta differenziata a casa

Crea un sistema di riciclaggio a cui puoi attenerti con questi cinque semplici passaggi per smistare, accatastare e riporre i tuoi scarti domestici riciclabili.

Il riciclaggio può essere un po' scomodo a volte, soprattutto quando siamo stanchi infatti può essere pesante smistare tutti i rifiuti,  ma è assolutamente necessario.Dobbiamo impegnarci per garantire un futuro migliore alle generazioni che seguiranno e una possibilità al nostro pianeta sempre più devastato dai cambiamenti climatici dovuti alla scelleratezza umana.Sarebbe importante allargare la nostra consapevolezza e pensare più in grande, imparare a guardare oltre il nostro naso e impegnarsi anche a produrre meno scarti e fare acquisti più consapevoli cercando di scegliere articoli con imballaggi ridotti.Per rendere più facile il riciclaggio e stancarsi meno bisogna creare un sistema di riciclaggio efficace e di facile utilizzo.Vediamo nella pratica cosa puoi fare cercando di coinvolgere anche i bambini e gli altri membri della tua famiglia. Prova a seguire questi semplici passaggi.

1.Fai la tua parte

Informati al centro di raccolta della tua città come prima cosa per conoscere le regole e sapere che cosa puoi gettare e cosa no nei bidoni. Alcuni oggetti come per esempio televisori o elettrodomestici o oggetti più ingombranti dovranno essere portati in aree specifiche e non potranno essere lasciati davanti ai bidoni per strada. Per qualsiasi dubbio chiama il numero dedicato del comune della tua città in maniera da avere le idee più chiare e sapere cosa puoi o non puoi fare. Se hai degli oggetti che al momento non puoi portare ai centri di raccolta, cerca di ritagliare in casa o in cantina se ne hai una, uno spazio apposito per stoccarli fino  a quando non potrai occupartene.

2.Scegli i cestini con intelligenza

Per determinare la misura dei contenitori per la raccolta determina quello che in casa usate di più. Se fate un largo uso di bottiglie e lattine dedica a questo tipo di materiali un bidone più grande. Stessa cosa se fai molti acquisti on line e devi sbarazzarti di molta carta, cartone e imballaggi. 

3.Studia soluzioni pratiche

Idealmente, il tuo centro di riciclaggio a casa dovrebbe essere gestito in due parti principali: una parte sarà dedicata allo smaltimento quotidiano, e l'altra alla conservazione di quello di cui ti sbarazzerai in seguito. La parte quotidiana dovrebbe essere in cucina, dove di solito si genera il maggior numero di rifiuti. Cerca di mettere il bidone o i bidoni in un luogo accessibile a tutti, in modo che il compito risulti più facile possibile. Se lo spazio è ridotto potresti appendere delle buste della spesa alla parte interna della porta della dispensa in maniera da dividere i rifiuti diversi. Se non li dividi da subito dovrai farlo dopo, quindi perchè fare lo stesso lavoro due volte? Potresti anche prendere dei contenitori da parete in modo da occupare uno spazio minimo, con colori diversi, ciascuno per ogni materiale.

Conta quante diverse categorie di riciclaggio hai e acquista un cestino per ciascuna.

4.Crea una zona dedicata allo stoccaggio

Quando i tuoi cestini della cucina si riempiono, sposta il loro contenuto in un punto di stoccaggio apposito, dove li terrai fino a quando non potrai portarli ai bidoni di raccolta. Puoi metterli nel garage, o nel ripostiglio, o nella lavanderia. Tutto dipende dallo spazio di cui disponi. I contenitori di riciclaggio più grandi dovrebbero essere facili da trasportare, quindi cerca tra quelli con ruote o maniglie.

5.Linee guida per il riciclo

Impara come riciclare oggetti comuni e non e usa un pennarello indelebile per scrivere cosa va e dove, sui contenitori per il riciclaggio. È un buon promemoria per la tua famiglia e la rapida lettura renderà più facile per tutta la famiglia fare la raccolta differenziata.