· 

Come si prepara il Ghee

Impara come fare il ghee, quanto dura e quali sono i suoi benefici per la salute.

Dalla tradizione ayurvedica la ricetta del Ghee

È sorprendentemente facile creare il proprio ghee, una versione indiana di burro chiarificato. Il processo di cottura è quasi identico, tuttavia ci sono due fattori chiave che distinguono il ghee dal burro chiarificato. Il ghee ha un sapore di nocciola tostata che è il risultato delle proteine del latte che si colorano quando il burro si scioglie.La vera ricetta del ghee che segue le antiche tradizioni ayurvediche ha anche un processo di fermentazione che aggiunge le proprietà probiotiche  e benefiche per l'intestinodi questo alimento, connotato da note speziate.

Negli ultimi anni, il ghee è diventato un ingrediente più tradizionale, in particolare come alimento base della dieta chetogenica e della dieta paleo.  Nei negozi di alimentari, il ghee costa di solito dai 6 ai 12 euro e farlo in casa è certamente più economico. vediamo come si prepara. 

Come preparare il Ghee

Il burro è composto da tre elementi principali: grasso del latte, proteine del latte e acqua. Sia il burro chiarificato che il ghee sono la parte grassa del burro, che viene prodotta sciogliendo lentamente il burro non salato e rimuovendo i solidi del latte e l'acqua. Il burro chiarificato è leggermente più laborioso e non ha il tipico sapore nocciola e caramello del ghee. 

Per preparare il ghee a casa, sciogli 500 gr. di burro biologico in una piccola casseruola a fuoco basso. Entro cinque o dieci minuti, i solidi del latte inizieranno a separarsi dal grasso fuso e l'acqua evaporerà. Aumenta il calore della fiamma e continua a fare dorare mentre il colore diventerà nocciola chiaro e l'acqua evaporerà completamente. Mentre il burro cuoce, vedrai una schiuma bianca formarsi in superficie, che è rappresentata dai solidi del latte e questa dovrai eliminarla. Continua poi a cuocere per altri cinque o dieci minuti fino a quando i solidi del latte non saranno completamente dorati e sentirai un odore di caramello.

A questo punto, filtra lentamente il burro con una garza o un setaccio nel contenitore dove hai deciso di mettere il tuo ghee facendo attenzione a non mescolarlo, ed eliminare gli ultimi pochi cucchiai di grasso di latte e i solidi che rimangono nella padella.

Rimuovendo i solidi del latte, si aumenta anche il punto di fumo del burro normale che è di circa 120° contro il punto di fumo del ghee che è di almeno 240° e questo lo rende un sostituto ideale e saporito per l'olio vegetale. Prova il tuo ghee fatto in casa come sostituto del burro, per preparare il  pollo speziato indiano o i gamberetti al curry e latte di cocco.

Quanto dura il ghee fatto in casa?

Il ghi può durare per tre mesi a temperatura ambiente e fino a un anno in frigorifero. Se posto nel congelatore in un contenitore a tenuta stagna, può durare per anni. Poiché l'acqua e i solidi del latte sono stati completamente rimossi, i batteri patogeni non hanno un terreno opportuno per svilupparsi, e questa è la ragione per cui il ghee si conserva bene anche a temperatura ambiente.

Come si conserva il Ghee?

Il ghee viene normalmente conservato in un contenitore aperto possibilmente di vetro,o nel frigorifero. Può essere anche conservato in un contenitore chiuso ermeticamente a temperatura ambiente in un luogo fresco e lontano dalla luce.

Il Ghee è più salutare del burro?

L' Ayurveda, che è la tradizione medica olistica indiana, ritiene che il ghee sia più salutare del burro e lo usa come base per molte preparazioni terapeutiche soprattutto contro la gastrite, le ulcere e le problematiche digestive. Il ghee è più salutare del burro a causa del processo di fermentazione. Le colture del burro, simili ai probiotici, aiutano la pulizia interna dell'organismo, la salute dell'intestino, promuovono la peristalsi, riducono l'infiammazione e aumentano l'aspettativa di vita.Il ghee è anche privo di lattosio e quindi adatto a chi è intollerante. 

Tuttavia, il ghee ha un contenuto di grassi saturi più elevato del burro. Quindi dovrebbe essere consumato comunque con moderazione, anche se solitamente chi utilizza il ghee segue anche una dieta sana e prevalentemente vegetale e naturale, pertanto il rischio sarebbe davvero irrilevante, come afferma la naturopata Patrizia Colbertaldo, esperta di nutrizione e medicina ayurvedica, che ha sperimentato numerosi benefici nel trattamento di problemi allo stomaco con le antiche preparazioni a base di ghee dell'antica tradizione medica indiana.