· 

Se c'è un alimento che difficilmente manca dal frigo, questo è il burro!

Tutto quello che devi sapere su un alimento che non manca mai dai nostri frigoriferi: lussuoso, cremoso, giallo brillante o bianco, un'ingrediente di cui non esagerare ma ottimo a crudo o lavorato per ottenere il  salutare Ghee ,usato anche come base medicinale nelle medicina Ayurvedica, e simile al burro chiarificato.

Con dozzine di varietà di burro offerte in gamme diverse di prezzi, il burro può essere difficile da scegliere, e ogni burro è diverso dall'altro anche a seconda della provenienza.Il burro europeo differisce per esempio da quello americano che è definitivamente il peggiore.Per i vegani esistono inoltre varietà di burri vegetali, da usare evitando la margarina comune che è tutt'altro che salutare.

Il Burro europeo

Il burro europeo è un burro che ha un contenuto di grasso dell'82% (lo standard UE). E' facilmente spalmabile se lasciato per pochissimo tempo fuori dal frigo.

Paese che vai burro che trovi

Il burro americano, deve contenere almeno l'80% di grasso di latte (come regolamentato dall'USDA). La differenza del 2% tra il burro americano e quello europeo, anche se non è eccessiva lo rende a detta degli chef più famosi, enormemente differente in consistenza e sapore, con quello europeo, ed è la scelta migliore per la preparazione della pasta frolla e dei dolci.

Tutto il burro inizia come crema, che contiene naturalmente dell'acqua. Mentre la crema viene sbollentata, si forma il grasso butirrico che si separa dalla crema. Più a lungo il latte viene scaldato e più si sviluppa il grasso. Il grasso è dunque derivato dal latte: si può estrarre con vari metodi, ma per prima cosa il latte viene separato dalla maggior parte della sua componente grassa, ossia dalla panna che può essere trasformata in burro togliendo essenzialmente l'acqua che contiene.La panna in Italia, viene estratta dal latte per affioramento: si lascia riposare il latte per qualche ora e la parte più grassa tenderà a galleggiare sulla parte acquosa, che viene rimossa dal latte. A questo punto si separano meglio i grassi dall'acqua, tramite un processo di centrifugazione. La parte grassa, ossia il burro, viene prelevata e lavorata ulteriormente per poi essere confezionata nei classici panetti che troviamo al supermercato.

Ci sono molte marche diverse di burro tra cui scegliere, ma tra i burri europei, quello irlandese è tra i migliori, anche se vi sono marche italiane che producono un burro eccellente.

 

Costi e opzioni

I costi sono diversi e variano anche a seconda della qualità delle materie prime, e se il burro è biologico. Esiste anche l'opzione vegana di solito a base di olio di cocco.