· 

Non tutto l'aceto è uguale....

Non tutto l'aceto è uguale

Non tutto l'aceto è uguale

C'è aceto e aceto e c'è aceto balsamico e aceto balsamico, e infine c'è l'aceto tradizionale balsamico di Modena. 

Vediamo di fare un po' di chiarezza per il consumatore che a volte si trova confuso tra gli scaffali dei supermercati.

L'aceto di vino bianco o rosso viene prodotto dal vino ed è il più comune tipo di aceto, anche se vi sono delle differenze di qualità come per il vino, e la caratteristica organolettica di cui tenere conto è l'acidità. L' aceto balsamico di Modena  è invece una miscela di ingredienti di cui l'aceto di vino è solo uno dei componenti. La differenza tra i vari balsamici, tra la bontà del gusto finale sta nella qualità degli ingredienti naturalmente, e nella sapienza con cui la miscelazione dei componenti e la successiva matturazione viene eseguita.

Il tempo di maturazione dell'Aceto Balsamico è di un minimo di 60 giorni, ma se viene tenuto nelle botti di legno per oltre 3 anni si definisce Invecchiato.

Esistono in commercio altri prodotti che imitano l'Aceto Balsamico di Modena, quali glasse e condimenti, e che sono di solito prodotti di scarsa qualità ricchi di zuccheri o altri ingredienti. 

Come si riconosce il vero Aceto Balsamico ?

il vero Aceto Balsamico proviene dall'Emilia, ed è presente in tre sole denominazioni registrate:

  1. Aceto Balsamico di Modena IGP
  2. Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP
  3. Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP

La miscela deve contenere una percentuale di mosto non inferiore al 20%, alla quale viene aggiunto il 10% di aceto di vino, oltre ad aceto di vino invecchiato per almeno 10 anni. E' possibile aggiungere anche una percentuale di caramello non superiore al 2%.

Dopo il processo di acetificazione e quello di affinamento che deve durare un periodo minimo di 60 giorni, si procede alla fase di certificazione, attraverso un'esame cui il prodotto viene sottoposto da un pool di assaggiatori esperti. Se l'esito è positivo l'Aceto sarà certificato dall'Organismo di Controllo Autorizzato, e solo da quel momento potrà essere commercializzato come Aceto Balsamico di Modena IGP.

L'Aceto Tradizionale Balsamico di Modena DOP è il più pregiato e anche il più costoso. Viene fatto solo con il mosto d'uva cotto a 30°C e invecchiato per un periodo mai inferiore a 12 anni, secondo un severo disciplinare di produzione, contro i 2 mesi del Balsamico IGP.

Il prodotto finale è eccellente, e si sposa sia con preparazioni dolci che salate.

Aceto Balsamico e Salute

Nell'antichità l'aceto ricavato dal mosto d'uva era usato contro il mal di gola , per combattere le malattie respiratorie e persino lo scorbuto e la peste, ed ecco perchè appunto è stato chiamato balsamico.Alcuni addirittura sostenevano che avesse doti afrodisiache. Per quanto molti di questi benefici non siano reali, l'aceto balsamico ha comunque dei vantaggi per la salute. Ovviamente non si deve eccedere nell'uso soprattutto se si soffre di problemi di stomaco, gastriti o reflusso gastroesofageo.

1.L'Aceto balsamico può aiutare a perdere peso

Infatti l'acido acetico in esso contenuto, stimola la produzione di un gruppo di enzimi che ossidano gli acidi grassi presenti nel sangue contribuendo ad abbassare la pressione sanguigna, e ad attivare il metabolismo grazie alla presenza dei polifenoli. Se vuoi perdere peso, è il condimento ideale in quanto povero di calorie, solo 88 per 100 grammi di prodotto.

2.Aiuta a combattere il diabete

Secondo studi effettuati l'aceto balsamico sarebbe in grado di ridurre la presenza di zucchero nel sangue, proteggendo le cellule beta del pancreas, e quindi aiuta a prevenire il diabete. Infatti non vi sono controindicazioni all'uso dell'aceto balsamico per i diabetici.

3.Contrasta i radicali liberi

Come il vino rosso, anche l'aceto balsamico contiene il resveratrolo che è un potente antiossidante, e protegge dai danni dei radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento.

4.Ha proprietà antisettiche

Fare dei gargarismi con un bicchiere d'acqua e aceto allevia il mal di gola e la tosse, riduce l'infiammazione delle vie respiratorie, e scioglie il catarro presente nei bronchi.

5.Allevia l'emicrania

Se hai mal di testa o soffri di emicrania, prova a bagnare una pezzuola con un po' di aceto balsamico e massaggia le tempie delicatamente.

6.E' utile per le peli a tendenza acneica

In questo caso dovrai diluirne un piccolo quantitativo in acqua e frizionarlo delicatamente sulla pelle insistendo sulle zone afflitte dall'acne.

7. Non ha controindicazioni in gravidanza

Se quindi sei incinta e hai voglia di una bella insalata puoi tranquillamente condirla con olio extra vergine d'oliva e aceto balsamico. Ti aiuterà inoltre a utilizzare meno sale e quindi a contrastare gli effetti della ritenzione idrica di solito frequenti durante la gravidanza.


Scrivi commento

Commenti: 0