· 

L'olio extra vergine di oliva è uno dei tuoi migliori alleati a tavola

L'olio extra vergine d'oliva è uno dei tuoi migliori alleati a tavola

L'olio extra vergine di oliva è il tuo prezioso alleato di salute

Il nostro paese è uno dei produttori di olio extra vergine d'oliva più buoni del mondo , e l'olio d'oliva è più di un alimento, perchè ha delle proprietà benefiche incredibili, tanto che nei paesi in cui si consuma più olio di oliva si vive più a lungo.

Il migliore è certamente quello extravergine, biologico e spremuto a freddo, perchè permette alle sue caratteristiche di rimanere inalterate, e non vengono usati per l'estrazione nè prodotti chimici, nè fonti di calore, al contrario degli oli raffinati, che vengono privati di importanti nutrienti e antiossidanti.

 

Vediamo le principali proprietà benefiche dell'olio extra vergine di oliva:

 

1. L'olio extravergine di oliva è una fonte fantastica di antiossidanti e grassi sani

 

L'olio extra-vergine di oliva contiene oltre 30 diversi tipi di composti fenolici, che sono potenti antiossidanti che aiutano a proteggere il corpo dai radicali liberi. I radicali liberi sono molecole che provocano danni cellulari e contribuiscono alla malattia e al processo di invecchiamento, e sebbene il nostro corpo sia programmato per combattere i radicali liberi, con la vita moderna se ne formano in quantità maggiore di quanti ne possano essere smaltiti naturalmente, e in più ogni patologia, è accompagnata da un aumento di queste molecole.

L'olio di oliva extra vergine è costituito primariamente da grassi monoinsaturi, che fanno bene alla nostra salute e alla salute del cuore.

 

Non a caso l'olio di oliva è uno dei componenti base della dieta mediterranea, considerata dalla comunità scientifica internazionale, la dieta più salutare in assoluto. I grassi monoinsaturi, hanno effetti favorevoli sui marcatori delle malattie cardiovascolari, (malattie cardiache e ictus), e il suo uso favorisce la riduzione dell'infiammazione cronica dell'organismo, dei valori di pressione sanguigna, dei livelli di colesterolo e di glucosio nel sangue

 

2.  Consumare più olio d'oliva aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiache

Le malattie cardiache sono la prima causa di morte prematura in tutto il mondo.

È interessante notare che le popolazioni che risiedono nelle regioni mediterranee hanno bassi tassi di mortalità (morte) da malattie cardiache. Sebbene ciò sia dovuto a una combinazione di fattori, il loro elevato consumo di olio extra vergine di oliva è considerato uno dei maggiori.

 

 

 

3. L'olio d'oliva protegge dall'ictus

L'ictus è il secondo più grande killer dopo le malattie cardiache.

È strettamente correlato alle malattie cardiache e condivide molti degli stessi fattori di rischio, come il colesterolo alto e l'ipertensione.

 

Messaggio chiave: una dieta ricca di olive ha dimostrato di ridurre drasticamente il rischio di ictus negli studi osservazionali.

4. L'olio extra vergine di oliva aiutare a ridurre il rischio di  sviluppare il diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 è caratterizzato dalla ridotta efficacia dell'insulina, l'ormone che regola i livelli di insulina nell'organismo.

I composti fenolici presenti nell'Olio Extra Vergine di Oliva contribuiscono al metabolismo del glucosio e migliorano la sensibilità e l'efficacia dell'insulina.

Molti studi hanno ormai provato che l'inclusione dell'olio d'oliva nella dieta quotidiana può ridurre il rischio di diabete di tipo 2 del 13%, e una dieta ricca di olio d'oliva può normalizzare la glicemia nelle persone che hanno sviluppato il diabete di tipo 2.

Questi effetti benefici sono ancora più pronunciati se combinati con una dieta in stile mediterraneo. Numerosi studi hanno infatti rilevato che una dieta mediterranea arricchita con noci o olio extra vergine di oliva ha ridotto il rischio di diabete di tipo 2 di oltre il 50% .

 

5. L'olio extra vergine d'oliva è il miglior olio da cucina

Questo, sia per le sue proprietà, sia per la sua resistenza alle alte temperature ( per quanto il migliore modo di utilizzarlo è a crudo). L'olio di cocco per esempio, anche se ha una stabilità ossidativa simile all'olio di oliva, contiene pochi antiossidanti, mentre l'olio extra vergine di oliva è ricco di antiossidanti benefici come i tocoferoli e l'idrossitirosolo.

 

Inoltre è versatile e può essere utilizzato in cucina, sia per preparazioni salate che dolci, pertanto rimane la migliore scelta per cucinare.

6. Cucinare con olio extra vergine di oliva rende il cibo più nutriente

Gli studi dimostrano che cucinare con olio extra vergine di oliva aumenta il contenuto di nutrienti del cibo.

Questo perché gli antiossidanti contenuti nell'olio extra-vergine di oliva sono così resistenti al calore elevato che non solo non vengono danneggiati facilmente, ma, sono al contrario assorbiti dal cibo cotto, e lo aiutano a conservare alcuni nutrienti che di solito vengono persi con la cottura .

Ad esempio, uno studio ha dimostrato che quando i broccoli venivano cotti con olio di girasole o addirittura con olio di oliva raffinato, molti composti benefici nei broccoli (come la vitamina C) venivano ridotti. Tuttavia, quando venivano cotti nell'olio extravergine di oliva, i livelli di quei composti benefici rimanevano invariati .

 

7. Il consumo di olio d'oliva può migliorare la salute delle ossa

L'olio d'oliva, in particolare quelli ricchi di polifenoli come l'olio extravergine d'oliva, può prevenire la perdita di sostanza ossea che si ha con l'avanzare dell'età.

Infatti, studi  condotti sugli animali e sull'uomo suggeriscono che l'olio d'oliva può inibire il riassorbimento osseo (la rottura del calcio) e aumentare la formazione di sostanza ossea.

Uno studio recente condotto su 870 partecipanti ha rilevato che le persone che consumavano la maggior quantità di olio extra vergine di oliva avevano un rischio ridotto del 51% di fratture ossee.

8.L'olio extra-vergine di oliva può proteggere contro alcuni tumori

È noto che l'alimentazione è un fattore chiave per lo sviluppo del cancro, e da numerosi studi, è stato rilevato che chi consuma più olio di oliva ha un rischio più basso di contrarre alcuni tipi di cancro, come quello dell'apparato digestivo, e del seno.

Come o perché non è stato completamente compreso, ma si ritiene che l'esclusivo contenuto oleocantale dell'olio extra vergine di oliva possa svolgere un ruolo protettivo. È interessante notare che l'oleocantale è un antiossidante che si forma durante la produzione dell'olio extra vergine di oliva e non si trova in nessun altro alimento ... nemmeno nelle olive.

 

9. Una dieta ricca di olio extra vergine di oliva può essere benefica per la salute del cervello

L'olio d'oliva potrebbe potenzialmente ridurre il rischio di malattia di Alzheimer e demenza senile.

I componenti fenolici dell'olio extra vergine di oliva possono infatti aiutare a eliminare i composti che causano la degenerazione del cervello.

Uno studio ha confrontato una dieta mediterranea arricchita con olio extra vergine di oliva con una dieta standard a basso contenuto di grassi e ha rilevato che chi seguiva una dieta con olio extra vergine di oliva ha subito un minore declino delle funzioni cognitive, come la perdita della memoria e della funzionalità cerebrale

10. L'olio d'oliva contribuisce alla salute e alla longevità

Nelle regioni in cui l'olio d'oliva è una componente fondamentale della dieta, le persone tendono a vivere più a lungo.

Un ampio studio epidemiologico ha seguito oltre 40.000 soggetti spagnoli per circa 14 anni. Quelli con il più alto apporto di olio d'oliva avevano molte meno probabilità di morire prematuramente rispetto a quelli che consumavano una minima quantità di olio d'oliva.