· 

L'uso degli aminoacidi in palestra

di Walter Bertini

Gli aminoacidi vengono usati sempre più comunemente nelle palestre spesso per un passa parola che viene fatto tra chi si allena, ma a volte non se ne conoscono usi adeguati e relative possibili controindicazioni. E' vero che alcuni aminoacidi possono essere utili per combattere la stanchezza e ottimizzare la crescita muscolare, ma è bene fare un po' di chiarezza sull'argomento.

Gli integratori sono certamente utili per supportare l'organismo se si vuole ottenere un fisico ideale, e gli aminoacidi sono tra gli integratori più usati dai frequentatori delle palestre e dagli atleti. Esistono ben 20 aminoacidi e tra questi 9 di essi sono aminoacidi essenziali, il che vuol dire che l'organismo da solo non è in grado di produrli e devono essere pertanto introdotti con la dieta o appunto attraverso l'uso di specifici integratori.

Negli alimenti si trovano nella carne, nei legumi, e nei cereali.I più comunemente usati dagli sportivi sono i cosiddetti aminoacidi ramificati e sono  la valina, la leucina, e l'isoleucina, e condividono la stessa struttura chimica che assume forme simili a delle ramificazioni, e da qui il nome. 

A cosa servono nello sport?

Sicuramente prevengono la stanchezza, e riducono la fatica e la degradazione dei muscoli durante gli allenamenti; inoltre, ottimizzano la crescita dei muscoli; gli aminoacidi ramificati a differenza degli altri che sono metabolizzato dal fegato , vengono metabolizzati direttamente nel muscolo scheletrico, ecco perché sono utilissimi quando si vuole mettere su massa muscolare.

Chi riassume nella dieta mantiene inoltre più facilmente il peso ideale ed è meno soggetto all'obesità, ma questo non vuol dire che se ne deve fare uso per dimagrire in fretta, infatti non è quello il loro utilizzo. I legumi come lenticchie, fagioli neri e fagioli borlotti forniscono abbondanti dosi di leucina e isoleucina, pertanto non dovrebbero essere esclusi dalla dieta di chi si allena, anche perché contengono fibre. Ovvio che le proteine animali ne contengono in maggior quantità ma non per questo si dovrebbe abusare di proteine animali, meglio l'uso di buoni integratori.

Quando se ne ha bisogno?

Quando si osserva per esempio, che nonostante i duri allenamenti in palestra i muscoli stentano ad ingrossare; questo avviene  se i muscoli terminano la loro fonte primaria di energia sono costretti a ripiegare sui tessuti adiposi che non sono efficaci come gli aminoacidi ramificati. Assumerli sotto forma di integratori previene dunque la perdita di massa muscolare e promuove la riduzione dei grassi nel corpo. 

Servono solo per mettere su massa? 

Maggiormente si, però hanno anche altri benefici, aiutano infatti a ridurre la dolorabilità muscolare in chi si allena e riducono la fatica post-allenamento, con ovvii miglioramenti delle performances sportive. 

Servono solo agli sportivi?

Da studi effettuati è stato dimostrato che sono utili anche a chi è affetto da cirrosi epatica, e inoltre sono utili per perdere peso, se associati ad un corretto programma nutrizionale. Specialmente la leucoma, stimola infatti le cellule grasse a rilasciare energia dai grassi depositati.

Hanno effetti collaterali?

Teoricamente no. Anche se l'assunzione si prolunga oltre sei mesi non sono stati riscontrati effetti collaterali, ma vanno comunque usati seguendo i consigli di un medico sportivo o di un nutrizionista, perchè devono essere usati nei giusti dosaggi e con le dovute precauzioni. Gli eventuali effetti collaterali  raramente riscontrati e soprattutto a causa di un uso sconsiderato, sono, mal di testa, nausea, fatica e perdita della coordinazione.

Ovviamente, salvo diverso parere medico meglio evitarli in gravidanza.

Scrivi commento

Commenti: 0