· 

Tutto quello che un genitore deve sapere sul bullismo

by Serena Serpieri

 

 Ti ricordi quando è nato tuo figlio? E del senso di protezione che hai provato? Poi mandi tuo figlio a scuola e ci sono estranei, adulti e bambini che non conosci, e speri e preghi che si prenderanno cura di tuo figlio. Poi un giorno tuo figlio torna a casa con la faccia piena di lacrime e ti dice che gli hanno fatto del male. Sfortunatamente, succede e secondo le statistiche, il bullismo e il cyberbullismo stanno diventando la più grande paura dei genitori.

Un bambino su 4 è vittima di bullismo e un bambino su dieci abbandona la scuola per paura. Il bullismo è ora una realtà che dobbiamo affrontare e che i genitori devono sapere. Perché essere informati è un'arma che aiuta a combattere e fermare il bullismo!

Cos'è il bullismo?

Il bullismo è una forma di abuso emotivo o fisico che ha tre caratteristiche diverse.

In effetti può essere:

1.deliberato

quando l'intenzione del bullo è di ferire qualcuno

2.Ripetuto

quando il comportamento è ripetuto o ha il potenziale per essere ripetuto nel tempo.

3. Determinato da uno squilibrio di potere

perché un bullo sceglie le vittime che percepisce come vulnerabili

Ci sono molti comportamenti che sembrano essere prepotenti ma che invece richiedono approcci diversi. È quindi importante determinare se la situazione è il bullismo o qualcos'altro.

Il bullismo si verifica in molte forme diverse e con diversi livelli di gravità. Può essere il bullismo fisico, come picchiare, prendere a calci o spingere, o il bullismo verbale con urla, beffa, insulti e minacce o bullismo relazionale che è caratterizzato dall'esclusione di coloro che sono colpiti e / o dalla diffusione di pettegolezzi volti a fare qualcuno ferisce qualcun altro.

Infine c'è il cyberbullismo che perpetra inviando messaggi o immagini offensive attraverso internet o tramite il telefono cellulare.

Il bullismo può ovviamente includere una combinazione dei tre tipi menzionati, ma entrambi i bambini che sono vittime di bullismo e bulli possono avere problemi gravi e di lunga durata, e questo è qualcosa che deve essere fatto. E dobbiamo imparare a riconoscere i segni del bullismo. In realtà, i bambini hanno molte ragioni per non dire agli adulti che sono stati vittime di bullismo perché si vergognano di essere vittime.

O hanno paura di ritorsioni, o non pensano che qualcuno possa aiutarli o credere che il bullismo sia qualcosa che fa parte della vita e fa parte della crescita. Ma anche se i bambini non ne parlano apertamente, possono fornire indizi per imparare a riconoscere:

1. Il bambino è riluttante o rifiuta di andare a scuola

Non vuole andare in doposcuola o si rifiuta di giocare con gli amici

Dopo la scuola sembra più affamato del solito, e questo potrebbe essere un segno che qualcuno sta rubando i suoi soldi o il suo spuntino.

Mostra segni di disagio fisico come mal di testa, mal di stomaco o nausea

Evita di andare in classe

Le prestazioni a scuola diminuiscono e diventano svogliati nel fare i compiti

È spesso imbronciato o arrabbiato e vuole essere lasciato solo

Inizia a utilizzare un linguaggio scurrile

Il suo comportamento cambia dopo aver ricevuto una telefonata o dopo essere stato sul computer

2. Inizia a chiedere più soldi senza una spiegazione

Perché qualcuno li prende o li sta ricattando

Osservare inoltre se il bambino ha lividi inspiegabili

Il tuo bambino potrebbe essere vittima di bullismo, ma potrebbe anche essere un bullo. Sebbene sia difficile da accettare, devi anche imparare a riconoscere questi segnali.

Di solito il "bullo" ha una mancanza di empatia, ha bisogno di avere il controllo della situazione, ha abilità sociali e interpersonali inadeguate, sembra trarre piacere dal dolore e dalla sofferenza degli altri, attacca sempre prima che altri possano attaccarlo, ed è stato forse vittima di bullismo da parte di pari, fratelli o genitori; rifiuta di includere alcuni bambini nel gioco o in studio, persiste nel mantenere atteggiamenti spiacevoli anche quando gli viene detto di smettere. È molto interessato all'essere popolare e mostra intolleranza o disprezzo per i bambini che sembrano "diversi" o "strani".

Spesso prende in giro e prende in giro altri bambini, giocando costantemente a videogiochi aggressivi, ferendo animali e ferendo gli esseri umani con le parole. Ciò non significa che questi bambini siano cattivi, ma è importante che se tuo figlio mostra questi tratti devi intervenire.

1. Devi parlare del bullismo e non ignorarlo, perché è qualcosa che tuo figlio ha bisogno di sapere.

I bambini possono essere vittime di bullismo per tanti motivi, dalla corsa alla disabilità, alla religione, ai problemi di salute, al peso e al colore della pelle. Anche gli insegnanti e le scuole devono essere informati se sospettano qualcosa, in modo che possano intervenire efficacemente per fermare e frenare il problema e i bulli coinvolti.

Il bullismo può essere eseguito anche da un adulto e dallo staff della scuola, ed è importante dire che a volte i bambini diventano dei bulli per evitare il bullismo. La misura più efficace è crescere e aiutarti a crescere i tuoi figli nelle relazioni d'amore.1. Osserva sempre il bambino negli occhi e assicurati di guardarlo quando parli con lui.2. Sii un modello genitoriale positivo. I bambini imparano da ciò che vedono più di ciò che ascoltano; se i tuoi metodi disciplinari sono di based sull'uso del potere, il bambino imparerà a usare il potere sugli altri o consentire ad altri di usare il potere su di lui. 2. Insegna a tuo figlio ad essere socievole e socialmente istruito. I bambini dovrebbero sapere che possono soddisfare i loro bisogni rispettando le altre persone. Insegnagli le regole del rispetto e di esprimere la sua volontà con fermezza ed educazione. Timolalo a giocare fin dalla tenera età con altri bambini nel parco o alle feste di compleanno. I bambini che sono in grado di socializzare facilmente avranno meno probabilità di diventare bulli. Assicurati che il tuo bambino cresca con una sana autostima, se vedi che non stimerai e non sai cosa fare, cerca aiuto da un professionista. Se hai scoperto che tuo figlio è vittima di uno o più bulli cosa puoi fare? Accompagna il tuo bambino di fronte alla vittima e affronta il bullo, chiedi l'intervento di insegnanti o altri bambini, che saranno coinvolti e si sentiranno protetti affrontando "il bullo". Se hai problemi o se ti trovi in una situazione pericolosa, naturalmente, chiama la polizia o i carabinieri e lascia sempre a tuo figlio il numero delle forze dell'ordine in modo che possa chiamarli anche se è solo. Prepara tuo figlio ad imparare come gestire il bullismo verbale I bulli amano indirizzare le "vittime" che rispondono alle loro aggressioni verbali, quindi devi spiegare a tuo figlio che rispondere al bullo non è altro che un modo per farlo sentire potente, perché il il bullo si nutre di quelle emozioni. Spiega che può imparare a controllare le sue risposte in modo da non stimare il bullo ad andare oltre e disinnescare la miccia. Insegna a tuo figlio ad essere coraggioso, osserva il bullo negli occhi e digli "è davvero cattivo se mi prendi gioco di me", o se il bambino viene preso in giro da un difetto fisico può rispondere "fingendo" di essere in accordo con il bullo. Per esempio, se il bullo chiama tua figlia con gli occhi piccoli a causa degli occhiali, lei potrebbe rispondergli: Sì, ho problemi con la vista. I bulli amano quando le loro vittime sono disturbate dalle loro frasi, e se ciò non accade perché il bambino sa come rispondere e ha una sana autostima, il bullo molto probabilmente lo lascerà in pace. Il bullo non deve avere la sua considerazione, deve essere invisibile e ignorato. Rassicura il tuo bambino che non si sta solo occupando della situazione e che sei con lui. Digli che non è colpa sua, e fagli sapere che tutto può essere affrontato, anche il bullismo e che puoi mettere insieme un piano. Insegna al bullismo al personale scolastico. Se tuo figlio ti dice apertamente di essere vittima di bullismo o se sembri di vedere indizi, non aspettare: Agisci! Anche se tuo figlio è il bullo, devi comunque agire; a nessuno piace essere il genitore di un bambino "cattivo", ma devi capire che i ruoli cambiano. Domani domani bullo; i bambini non hanno ruoli fissi e, a seconda della situazione, possono cambiare atteggiamento. I genitori devono accettare l'idea che non possono sapere tutto sulla vita privata dei loro figli e che i bambini si comportano diversamente a casa ea scuola. Si dice che se il tuo bambino è un bullo è colpa tua, quindi devi agire senza essere dietro il tuo senso di colpa. Parla con tuo figlio senza ignorare l'argomento e mostragli che ciò che sta facendo è sbagliato; aiutarlo anche a trovare un modo per risolvere il problema che ha creato e invitarlo a scusarsi con l'infortunato. Accresci l'empatia di tuo figlio, sii empatico prima di tutto e cerca di aiutarlo creando opportunità per fare del bene: insegnagli a coltivare amicizie e tenerlo impegnato in attività divertenti e costruttive. Inoltre, non acquistare videogiochi violenti e non lasciarlo davanti alla TV ignaro di ciò che stai guardando! Parla sempre con insegnanti e personale scolastico. Non devi mai sentirti solo di fronte a un problema perché l'unione e la solidarietà sono fonti di vera forza e aiutano a superare molti problemi, compreso il bullismo.

Scrivi commento

Commenti: 0