· 

La dieta per chi soffre di "Sindrome dell'Intestino Irritabile"

di Marzia Gangemi

L'intestino irritabile può avere svariate cause, sia organiche che di natura psicosomatica, sia le due messe insieme.

Certo è che chi ne soffre si trova a dovere combattere pressoché quotidianamente con problemi di diarrea e/stitichezza a fasi alterne, irregolarità intestinale e dolori talvolta anche invalidanti.

L'alimentazione dovrebbe essere sempre il primo approccio per ogni problema di salute e sicuramente per quello che riguarda l'intestino sul quale gli effetti positivi di un corretto intervento alimentare sono pressoché immediati.

Quali cibi dovresti evitare

1.cavoli

2.pepe nero e peperoncino

3.legumi

4.zucchero

5.latte e derivati

6.caffè

Tra i latticini puoi consumare solo dello yogurt  magro bio e niente altro, almeno per un periodo di un paio di mesi per dare al colon la possibilità di "sfiammarsi" dopodiché potrai cominciare a reintegrare i cibi ma a non consumarli comunque in maniera continuativa perché andresti a ricreare lo stesso problema.

Quali sono i cibi consigliati?

Tutti i cibi che possono aiutare a ridurre l'infiammazione, tra i quali le patate (meglio le novelle o le americane), tra i cereali l'orzo che aiuta ad assorbire i gas intestinali responsabili del gonfiore,i finocchi molto diuretici e i semi di finocchio con i quali potrai preparare una tisana sgonfiante che ti aiuterà inoltre a lenire i dolori addominali. La zucca e le carote aiutano la salute del stomaco e sono anche ricche di vitamine e sali minerali alleati di pelle e buonumore.

Il pesce è un'alimento che puoi consumare liberamente fatta eccezione per ostriche, frutti di mare in genere, molluschi e gamberi e crostacei. Via libera a branzini, sogliole, tonno,pesce spada, orate, e tutto il pesce "grasso" come salmone e sgombro, ricco di Omega 3 e quindi antinfiammatorio. Importante inoltre cercare di mantenere una buona idratazione corporea e di bere pertanto almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno preferibilmente a basso residuo e tisane di malva e altea, ricche di mucillagini che aiutano a proteggere la mucosa intestinale e a colmare il dolore e il gonfiore.

 

Scrivi commento

Commenti: 0