· 

Ti senti spesso stanco e affaticato? Potresti essere anemico

di Ester Foligno

Purtroppo nella nostra società sono in aumento le carenze nutrizionali, e come diceva Linus Pauling, premio nobel per la chimica e per la pace, siamo tutti in fase pre-scorbutica , ossia siamo carenti di Vitamina C, ma anche di altri elementi indispensabili al nostro benessere, come vitamine e minerali. Quando è il ferro a essere carente si può sviluppare anemia, che è data da una diminuzione dell'emoglobina nel sangue. L'emoglobina è una proteina che trasporta l'ossigeno alle cellule del corpo, e una sua carenza provoca la riduzione di funzionalità importanti del nostro corpo e sintomi molteplici che possono essere lievi ma anche potenzialmente letali, in base all'entità della carenza stessa.

I sintomi dell'anemia

Se sei anemico uno sforzo anche lieve, ti può portare all'affanno, inoltre ti senti molto stanco, la pressione è bassa, insorge tachicardia, vertigini, mal di testa, e fragilità delle unghie,  tutti segnali di una possibile anemia. Le anemie acute sono più facili da diagnosticare, perché ci si sente davvero male e quindi si va dal medico. Si hanno vertigini , si sviene,  si ha forte stanchezza, cardiopalmo e mal di testa. La pelle e le mucose di occhi e bocca sono pallide.

Le anemie croniche sono invece più subdole perché evolvono nel tempo, e il paziente pertanto si può adattare , perché i sintomi sono più sfumati. Tra questi, mancanza di memoria e difficoltà di concentrazione,e forte affaticabilità.

Come si fa la diagnosi?

Basta fare un semplice prelievo del sangue eseguendo un emocromo, che analizza tra gli altri, i valori dei globuli rossi, dei globuli bianchi e delle piastrine. Se si è anemici globuli rossi e emoglobina avranno valori al di sotto del range.

Quali sono le cause dell'anemia?

Possono essere diverse, tra cui una carenza nutrizionale di ferro, Vit.B12 e acido folico, aplasie midollari, o malattie sistemiche autoimmuni quali il lupus, o l'artrite remautoide, oppure un'insufficienza renale.

Può intervenire uno stato anemico ovviamente in caso di emorragia, e poi esistono anche condizioni ereditarie quali il favismo o la talassemia che provocano la distruzione dei globuli rossi.

Quali sono le terapie?

Intanto bisogna capire qual'è la causa dell'anemia, poi si instaurerà una terapia  a base di ferro, vitamina B12 e acido folico. Se l'anemia è causata da un'insufficienza renale si somministra invece l'eritropietina che è una sostanza prodotta dai reni e che va a stimolare la produzione dei globuli rossi. In presenza di anemia grave per emorragia o talassemia la trasfusione diventa invece l'unica scelta.

Scrivi commento

Commenti: 0