· 

Diabete, come riconoscerlo?

di Paola Scarfagni

come riconoscere il diabete

Impara a riconoscere il diabete

Il diabete è una "brutta bestia", purtroppo una malattia sempre più diffusa a causa dell'alimentazione moderna e degli errati stili di vita, ma soprattutto è una patologia insidiosa, non sempre facile da scoprire e colpisce nel ultimi tempi  non solo sempre più persone adulte, ma anche giovani e bambini.

Spesso purtroppo  i sintomi non sono facilmente riconoscibili e possono variare, ma vediamo quelli più comuni per cui magari è meglio rivolgersi al medico per gli accertamenti.

A volte la malattia si presenta con sintomi molto marcati e in quel caso ci si trova dal medico senza bisogno che nessuno ci convinca, perché stiamo male, ma a volte i sintomi sono più sfumati e per questo tendono a essere sottovalutati. Purtroppo l'aspetto più problematico nel diabete è che causa effetti collaterali in diverse aree del corpo, dagli occhi, al cuore, alle arterie, ai reni, e persino ai piedi. Vediamo quali sono i sintomi e segnali principali che ci possono indurre a "sospettare" di avere il diabete. Ovviamente molti di questi sintomi possono essere legati ad altre patologie o essere solo sintomi temporanei. Ovvio che più sintomi dei seguenti abbiamo, e più è possibile che si abbia il diabete, pertanto occorre rivolgersi al medico che farà in prima battuta eseguire dei test di laboratorio e esami strumentali per valutare parametri quali l'emoglobina glicosilata, il colesterolo, la microalbuminuria,un elettrocardiogramma, e il controllo  della pressione arteriosa, perché in genere chi ha il diabete è anche un soggetto iperteso.

I sintomi più comuni

1. Perdita di peso

Sebbene il sovrappeso sia uno dei fattori che causano il diabete, di solito al conclamarsi della patologia si ha una improvvisa perdita di peso.Questo accade perché il glucosio non potendo essere utilizzato dal nostro organismo, causa l'aggressione delle proteine muscolari e dei grassi che vengono attaccati dall'organismo stesso alla ricerca di "nutrimento".

2.Offuscamento della vista

Si sperimenta come una difficoltà a vedere a causa del fluido che pervade l'occhio. Purtroppo se il diabete non viene curato può portare all'edema maculare o alla retinopatia proliferativa.

3.Infezioni ricorrenti

Le alterazioni a carico della circolazione e del sistema immunitario, possono portare a sviluppare infezioni, come l'infezione al piede (piede diabetico), con complicanze quali ulcere e infezioni che possono arrivare a attaccare anche le ossa, ma anche la cistite, infezioni vaginali e alla vescica, e problemi  alla pelle. Questo avviene perché le urine sono ricche di zuccheri e quindi diventano un terreno ottimale per lo sviluppo di microrganismi infettivi.

4.Necessità di urinare continuamente

Questo accade perché l'organismo espelle il glucosio proprio attraverso le urine e quindi capita di dovere andare al bagno frequentemente durante il giorno e di svegliarsi anche due tre volte la notte per correre a fare pipì.

5.Sete e aumentato bisogno di bere

Il punto 4 porta l'organismo a disidratarsi e da qui nasce l'aumentato bisogno di bere; inoltre vi può essere anche incremento dell'appetito.

6.Lividi che hanno difficoltà a guarire

Questo è un altro dei sintomi spia di possibile diabete, ed è causato dalla eccessiva presenza di zuccheri nel sangue.

7.Stanchezza e irritabilità

Il corpo, costretto a spendere una quantità notevole di energia a causa dei sintomi descritti, è normale che vada sotto sforzo, e questo produce stanchezza ingiustificata, sia fisica che mentale che pertanto si può manifestare anche attraverso l'irritabilità o la depressione.

8. Formicolii a mani e piedi

Il sistema nervoso viene intaccato dalla presenza di zuccheri nel sangue e questo può causare formicolii e intorpidimenti alle mani e ai piedi.

9. Nausea o vomito

Questo accade perché le cellule a casa del malfunzionamento dell'insulina cercano energia bruciando i grassi e producendo sostanze di scarto chiamate "chetoni". I corpi chetonici sono difficili da eliminare e acidificano il sangue causando nausea o/e vomito.

 

Il migliore modo di curare il diabete è quello di scoprirlo prima possibile in maniera da poterlo curare ed evitarne quindi le possibili complicazioni. Se vi riconoscete in più di uno di questi sintomi è meglio che vi sottoponiate a degli accertamenti medici, di cui il primo sarà l'analisi del sangue e delle urine. Attraverso l'analisi del sangue si valutano i livelli del glucosio a digiuno, cioè i valori della glicemia, che se elevati, possono indicare (a seconda del valore) una condizione pre-diabetica o un diabete conclamato.

Il primo modo di "evitare" la comparsa del diabete, oltre che la prima indicazione terapeutica se si è sviluppato, è l'alimentazione controllata; banditi zuccheri e carboidrati come pasta e pane (sono ammesse piccole quantità di cereali integrali), pasti frequenti e bilanciati tra proteine, carboidrati e grassi, e alcuni integratori che aiutano ad abbassare la glicemia, tra cui il cromo picolinato che migliora la tolleranza al glucosio.