· 

Vivi più a lungo con un intestino sano!

di Patrizia Colbertaldo

Nell'intestino di ogni essere umano si gioca la carta della salute; da esso dipende il sistema immunitario, e ogni patologia che poi sviluppiamo. Mantenere un sano equilibrio nella flora batterica intestinale è pertanto il primo passo per godere di buona salute, mantenersi più giovani e vivere a lungo! Purtroppo un alimentazione scorretta e anche lo stress finiscono per compromettere la flora batterica intestinale e provocare quindi una disbiosi, che è la prima cosa che dobbiamo correggere se vogliamo godere di una buona salute, prevenire le malattie e vivere a lungo! Nell'intestino vi sono almeno 500 specie di microorganismi diversi; questi possono essere divisi in "buoni" e "dannosi". L'equilibrio tra i due, ossia l'eubiosi intestinale determina lo stato di benessere dell'apparato digerente e di tutto l'organismo, mentre se a prevalere sono i batteri dannosi questo fa si che si inneschi una reazione infiammatoria cronica che è il presupposto per l'innescarsi di patologie intestinali e non; infatti malattie autoimmuni, aterosclerosi,sindrome metabolica, obesità, ipertensione,colesterolo alto, allergie, steatosi epatica, artrite reumatoide, e altre patologie dipendono dal corretto equilibrio della flora batterica intestinale.

Quali sono i sintomi della disbiosi intestinale?

Stitichezza o al contrario diarrea, meteorismo, sindrome del colon irritabile, gonfiore e tensione addominale, alitosi, difficoltà a digerire, diminuizione delle difese immunitarie e maggiore sensibilità ad ammalarsi, candidosi, vaginite nelle donne, e cistite. Inoltre, un intestino che è "fuori equilibrio" può dare anche sintomi generali quali nervosismo e irritabilità, ansia, disturbi del sonno,stanchezza e cambiamenti umorali.

Come faccio a sapere se ho la disbiosi?

Esistono test appositi che è possibile eseguire: il primo è il test genetico di valutazione della disbiosi, e l'altro è l'esame delle urine per la valutazione della presenza di scatolo e indolo, metaboliti indici di disbiosi intestinale.

Come si elimina la disbiosi?

L'alimentazione come sempre è la prima arma di cui disponiamo e bisogna eliminare dalla propria dieta alcuni alimenti. Vediamo quali:

1. zuccheri 

2.farine e cereali raffinati

3.cibi industriali

Che cosa si deve mangiare?

Frutta e verdura a volontà, alimenti proteici quali carni magre (ad eccezione di maiale e salumi) e pesce (ad eccezione di molluschi, frutti di mare e crostacei), cereali integrali preferibilmente a chicco (ad eccezione di grano e frumento), frutta secca come noci e mandorle (evitare i pistacchi), e olio extra vergine di oliva spremuto a freddo e possibilmente usato a crudo come unico condimento.

Si devono prendere delle medicine?

No, ma si devono assumere degli integratori;è infatti assolutamente consigliabile assumere probioticiprebiotici, in grado di riportare equilibrio nella flora batterica intestinale e favorire la crescita della flora batterica "buona".

Scrivi commento

Commenti: 0