· 

Fibromialgia? Combattila con la "cannabis"

di Marzia Tempestini

La fibromialgia dà purtroppo dolori cronici che sono presenti comunque anche in altri tipi di patologie, dalle malattie autoimmuni alle patologie dell'apparato scheletrico tra le altre. Purtroppo gli unici farmaci disponibili per la fibromialgia sono costituiti da alcune classi di antidepressivi e non tutti vogliono assumerli anche per i possibili pesanti effetti collaterali degli stessi. Ma adesso c'è un'alternativa al dolore e viene dall'uso della "cannabis" che è stata legalizzata a fini terapeutici. E negli USA esiste anche un chewing-gum alla marijuana che può essere masticato per combattere il dolore e che non ha effetti collaterali. Del resto ci sono diverse pubblicazioni sull'uso terapeutico della cannabis per chi volesse approfondire l'argomento, ma ormai ci sono numerosi studi che confermano quanto la marijuana possa essere di aiuto nel combattere il dolore cronico, e quindi di aiuto anche per chi soffre di fibromialgia, migliorandone la qualità della vita e del sonno. In farmacia potrete già trovare numerosi rimedi a base di "cannabis" senza bisogno di ricetta medica, dalle creme alle supposte, mentre le gomme da masticare sono disponibili solo negli USA al momento ma potrete reperirle su internet. Il chewing gum alla cannabis tra i suoi effetti garantisce il sollievo dallo stress, il miglioramento delle funzionalità dell'intestino, l'effetto stimolante per la mente garantendo maggiore lucidità, utile per la condizione di "annebbiamento fibromialgico" ossia l'incapacità di concentrarsi in chi soffre di fibromialgia, e il rafforzamento del sistema immunitario. 

Scrivi commento

Commenti: 0