· 

La montagna che cura

La montagna fa bene al corpo e all'anima. Lo sanno da sempre gli appassionati e lo dice anche la medicina, che studia non solo i rischi, ma anche le proprietà terapeutiche dell'ambiente montano.

Non solo l'altitudine, ma un mix prezioso fatto di aria limpida, silenzi, sole e paesaggio.

Curarsi in quota

Oggi è più noto per il Forum Economico Mondiale, ma a Davos, nelle Alpi Svizzere, solo da qualche anno ha chiuso i battenti il sanatorio descritto da Thomas Mann ne "La Montagna Incantata". In quota  si curavano i malati di tubercolosi, asma, allergie, anemia e ipertiroidismo, e non è medicina dell'altro secolo: recentemente uno studio condotto proprio a Davos, ha dimostrato infatti, che i bambini e gli adolescenti che soffrono di asma allergica migliorano stando in quota. 

Un rifugio contro l'asma

Altri dati confermano che il clima montano aiuta anche gli adulti e anche cento altre forme di asma, probabilmente perché l'aria secca è libera da allergeni (acari, pollini, funghi, inquinamento) e ad essa si aggiungono gli effetti immunomodulatori e antinfiammatori dell'esposizione ai raggi UV.

Recuperare in salita

In montagna si riabilita il corpo, dopo un infarto o un incidente, e anche l'anima, come sanno i pazienti psichiatrici che partecipano ai diversi programmi di escursionismo e arrampicata terapeutica. La cosiddetta montagnaterapia, che mette in contatto con i propri limiti e insegna ad accettarli; andar tra pietra e terra aiuta infatti a prendere confidenza con il corpo e il mondo materiale, e salire faticando sostituisce all'angoscia la stanchezza e la soddisfazione.

Scrivi commento

Commenti: 0