· 

Se vuoi mantenerti in salute e perdere peso impara a leggere le etichette dei cibi e non solo le calorie!

di Patrizia Colbertaldo

Un regime alimentare mirato alla perdita di peso e al equilibrio di un ottimale stato di salute non può essere basato esclusivamente solo sul conteggio delle calorie. "Eppure sembra essere per la maggior parte delle persone che vengono al mio studio l'unico problema!"Ridurre le calorie è importante se si mangia in eccesso, ma non per un periodo, ma per sempre; le diete ipocaloriche sono un fallimento e non mi stancherò mai di ripeterlo. Il corpo risponde al taglio delle calorie riducendo i consumi, e per perdere peso è necessario poi tagliare sempre di più l'introito calorico fino ad arrivare a mangiare pochissimo e non perdere un etto. Allora bisogna lavorare per ripristinare un metabolismo efficace ed è quello che faccio nel mio studio, dove, oltre a un coaching nutrizionale guido i miei clienti verso il cambiamento, per la salute e per eliminare il peso di troppo. Una volta e per sempre! Quando infatti il regime ipocalorico smette di funzionare arriva inevitabilmente  la frustrazione e si ricomincia ad alimentarsi come prima i riacquistando i chili persi e di solito con gli interessi, ossia ci si trova più grassi e avviliti di prima. Le calorie non sono tutte uguali, quindi smettetela di essere fissati dalle calorie e imparate a leggere gli ingredienti di quello che acquistate per avere maggiori informazioni su quello di cui vi nutrite. 300 calorie di un piatto di quinoa non sono la stessa cosa di 300 calorie di una porzione di patatine fritte del fast food! Nelle patatine ci sono soli carboidrati e zero nutrienti, mentre nella quinoa per esempio vi è una miscela di carboidrati a basso indice glicemico, fibre, proteine, minerali e altri nutrienti.  Questa differenza di nutrienti determina gli effetti di quelle calorie sui livelli di zucchero nel sangue,  sul livello della fame, e sul sistema ormonale , che sono tutti fattori importantissimi per la bilancia e per la salute!

 

Intanto se vuoi perdere peso devi fare esercizio fisico, e questo ti porterà a fare scelte alimentari più sane. Invece di contare le calorie, conta i minuti in cui ti alleni!

 La ricerca suggerisce che l'attività fisica influisce sul funzionamento del cervello aumentando la voglia di mangiare alimenti più sani. Inoltre aiuta a ridurre la sensazione di "finta fame".

Oltre ai minuti in cui ti alleni, conta anche le porzioni di frutta e verdura che mangi durante la giornata!Chi consuma ameno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno è dimostrato che si alimenta meglio, ed è meno tentato dai cibi-spazzatura, perché lo stomaco si sentirà appagato dalla sazietà fornita dalle fibre e dalle poche calorie della frutta e della verdura abbinata a proteine magre e carboidrati complessi a basso indice glicemico.

 

Conta quanto mastichi! 

 Uno studio del 2015 presso la Brigham Young University ha scoperto che contare quanto mastichi un  cibo mentre mangi  è altrettanto efficace per la perdita di peso come contare le calorie. in più aiuta la digestione perché parte del lavoro che dovrebbe fare solo l'appartato digerente quanto divori voracemente il cibo, lo fai durante la masticazione. Siamo sempre talmente di corsa, che abbiamo perso la consapevolezza di cosa e quanto mangiamo, e questa consapevolezza va ritrovata se vogliamo essere più magri e più in salute. Masticare lentamente fa si che i segnali di sazietà abbiano il tempo di raggiungere il cervello e non corriamo il rischio di mangiare troppo. Mastica 40 volte ogni boccone e vedrai la differenza!

Conta le Fibre che assumi

Stanco di seguire diete ipocaloriche ?  Ecco allora una buona notizia per te ! I ricercatori dell'Università del Massachusetts hanno scoperto che concentrarsi semplicemente sul consumo di una dieta a più alto contenuto di fibre può essere altrettanto efficace per la perdita di peso che seguire un programma dietetico rigoroso. Gli alimenti ricchi di fibre danno sazietà  e rallentano il processo della digestione. Il risultato finale è una maggiore sazietà dopo e tra i pasti e un apporto calorico ridotto. Tuttavia, la maggior parte delle persone consuma solo dal 40 al 60% della quantità di fibre raccomandata. Aumenta le fibre mangiando più frutta e verdura ai pasti, e cereali integrali e inoltre fai spuntini con frutta e noci o altri semi oleosi.

Conta i carboidrati

Evita farine bianche, spuntini a base di carboidrati che non siano frutta e verdura, e evita tutte le tentazioni degli aperitivi. Se segui un programma sano con spuntini sani, non sarai più tentato da tutte quelle calorie vuote! Provare per credere. I prodotti a base di farine bianche denaturate sono lette dal nostro corpo come zuccheri, innalzano la glicemia, fanno lavorare troppo il pancreas e creano picchi glicemici che provocano una "finta fame" convincendoci a ingurgitarne sempre di più, per la rovina della forma fisica e della salute.

Conta quello che mangi durante il weekend

Se ti controlli tutta la settimana ma il weekend ti lasci andare e mangi senza regole perderai e vanificherai tutti i progressi fatti nella settimana. Tieni un diario alimentare di quello che consumi durante il weekend in maniera da esserne più consapevole. La parola d'ordine non è restrizione , ma consapevolezza; quando porti la consapevolezza in quello che mangi fai scelte più oculate e non avrai bisogno di nessuna restrizione. Sarà il tuo corpo che ti guiderà verso scelte salutari!

Controlla i tuoi progressi settimanalmente e sii orgoglioso di te stesso/a.

 

 

Cambia le abitudini lentamente, datti un obiettivo settimanale e rispettalo, non chiedere troppo a te stesso/ a perché non funzionerà. Del resto non puoi pretendere di perdere peso e abitudini acquisite magari in 30 o 40 anni di vita in una settimana. Sii paziente con te stesso ma mantieni alta la motivazione e non dimenticare MAI l'obiettivo che hai. Presto lo raggiungerai, senza contare le calorie, e senza più stress!

Scrivi commento

Commenti: 0