· 

SEMPLICE Casa. Quello che dovresti buttare dalla tua cucina

Quando si tratta di buttare via ci troviamo tutti di fronte a un dubbio amletico. Tenere o buttare? Così capita che teniamo cose che invece sarebbero da buttare e che magari neanche usiamo. Se andiamo in cucina, possiamo dare un'occhiata sia agli oggetti che al cibo, perché a volte teniamo anche avanzi che vanno a male e sviluppano batteri di cui potremmo fare a meno. Cucinando meno, per esempio, così che non avanzi nulla. Vediamo insieme di cosa dovremmo liberarci al più presto e perché.

Controllate le spugne

 Un spugna è davvero difficile da pulire, e tutti i germi e i batteri si annidano tra i suoi buchetti, tanto che pensate che è stato dimostrato che neanche mettendola a bollire si potrebbe veramente sterilizzare. La cosa migliore sarebbe cambiare la spugna per i piatti frequentemente o non usarla neppure. Potresti usare invece delle salviette usa e getta o un guanto speciale per pulire i piatti e che dovrebbe essere lavato in lavatrice ogni due giorni circa. Se stai cucinando e devi pulire i resti della carne cruda meglio farlo inoltre con una salvietta da  buttare immediatamente perché i germi sulla spugna proliferebbero alla velocità della luce.

Gli avanzi

Il cibo cotto, se ben conservato e tenuto in frigo, va consumato entro tre massimo quattro giorni o buttato via. Se dovessi vedere muffa in un cibo non mangiarlo! Se non siete sicuri di mangiare il cibo cotto avanzato meglio congelarlo negli appositi sacchetti e usarlo poi quando vi verrà voglia di mangiarlo.

Controlla il congelatore

Se è troppo tempo che un contenitore è dentro al congelatore e vedi che si è cristallizzato, butta via. Non tanto per i batteri, ma perché il contenuto avrà un sapore orribile.

Butta via condimenti e salse scadute

Capita di comprare condimenti o salse per una serata speciale e poi non le usiamo più, ma le teniamo rigorosamente in frigo o nell'armadietto della cucina anche per un anno (perché non si sa mai). L'imperativo qui è buttare! Non avete nessuna ragione di conservarli, tranne la pigrizia.

Lievito in polvere

Se pensate che sia datato ma non siete sicuri, provate ad aggiungerne 1 cucchiaino a un po' di acqua calda e mettete a bollire . Se  bolle velocemente allora è buono.

Cartoni di brodo aperti

I brodi di pollo e verdure nei contenitori di cartone possono avere scadenze sorprendentemente brevi. Spesso le ricette richiedono solo mezza tazza, quindi ovviamente avanzeranno. Preparaci una zuppa e congelala, altrimenti li butterai.

Spezie vecchie

Le  spezie di solito perdono le loro proprietà e anche il sapore all'incirca dopo un anno. Se le compri sfuse sarebbe bene etichettarle con la data così da non avere dubbi.Con l'occasione potrai pulire e riordinare la dispensa, così eviterai il proliferare di vermetti e farfalline provenienti da cereali o altro. Controlla anche il burro di arachidi o di altri semi oleosi, perché tendono ad irrancidirsi abbastanza presto.

Le chiare d'uovo

Sono un ottima fonte proteica, ma andrebbero consumate subito,perché non sono adatte per essere congelate anche se c'è chi ovviamente lo fa. Noi lo sconsigliamo.

 

Il Tagliere di legno

Che sia di legno o di plastica, se è molto graffiato o presenta addirittura dei tagli anche grandi è proprio arrivata l'ora di buttarlo via. I batteri adorano i solchi dei taglieri, ed è impossibile  pulirli . Quindi mi raccomando, che sia un tagliere, un matterello o un cucchiaio di legno, se ci sono troppi graffi buttate via!

Pentole antiaderenti graffiate

Una volta che una padella antiaderente ha un graffio profondo, non è più antiaderente. Anche le padelle rivestite di teflon possono essere problematiche, perché quando sono riscaldate a fuoco troppo alto emettono fumi che possono addirittura scatenare sintomi simil-influenzali. Chissà se vi è mai successo senza saperlo!

Carne maleodorante

La carne va sempre cucinata prima della scadenza, ma se anche non fosse scaduta e sentite che è maleodorante non la mangiate. Potrebbe non essere più sicura oltre ad avere un cattivo sapore.

Il buon senso dovrebbe portarvi a risparmiare, comprando meno, così avrete meno avanzi, non dovrete buttare via il cibo che da un punto di vista etico non è mai una bella cosa, e inoltre farete un regalo anche alla vostra linea. Meglio infatti alzarsi da tavola con un po' di spazio che troppo pieni! Secondo gli abitanti di Okinawa in Giappone bisognerebbe lasciare almeno 1/5 dello stomaco vuoto, e c'è da credergli, perché è uno dei posti del mondo dove ci sono più ultracentenari, e in ottima salute!

Scrivi commento

Commenti: 0