· 

Fibromialgia, una malattia invalidante, sempre più diffusa e ancora poco conosciuta

La fibromialgia, è una condizione che colpisce dal 2% al 4% della popolazione, è più comune nelle donne rispetto agli uomini. Provoca dolori diffusi e dolore muscolo-scheletrico, insieme a stanchezza, problemi alla memoria e altro. Purtroppo non esiste un test specifico per diagnosticarla, quindi può essere necessario del tempo affinché si giunga ad una diagnosi corretta. Il medico di pertinenza per la fibromialgia è di solito il reumatologo che per la diagnosi stimola 18 punti nel corpo chiamati "trigger points" che risultano dolorosi al tatto. Se almeno 11 lo sono ecco che viene diagnosticata la fibromialgia. La malattia oltre ai sintomi dolorosi a carico di muscoli e articolazioni , è accompagnata anche da problemi del sonno, difficoltà di concentrazione e scarsa memoria. Una volta ottenuta la diagnosi, i sintomi della fibromialgia possono essere attenuati con diverse cure farmacologiche e naturali, che aiutano a riprendere una vita normale che di solito risulta essere fortemente compromessa.

DA SAPERE:

Si ritiene che dal 2 al 4% della popolazione soffra di fibromialgia.

 

 La fibromialgia è più comune nelle donne che negli uomini.

 

I sintomi dolorosi permangono per più di tre mesi.

 

La fibromialgia  causa anche affaticamento, stanchezza, problemi di memoria e del pensiero. 

 

Poiché non esistono esami per la diagnosi di fibromialgia, il medico deve escludere tutte le altre cause che potrebbero presentare sintomi comuni a quelli della fibromialgia. 

 

La riduzione dello stress, l'esercizio fisico e un sonno regolare possono aiutare ad attenuare i sintomi della malattia. 

 

I farmaci possono trattare i sintomi, ma  al momento non si conosce una cura.

Scrivi commento

Commenti: 0