· 

Sindrome da stanchezza cronica. Che cos'è?

La sindrome da stanchezza cronica viene diagnosticata quattro volte più spesso nelle donne rispetto agli uomini. I sintomi comprendono estrema stanchezza, dolori muscolari e articolari, linfonodi ingrossati, mal di testa e perdita di memoria. Purtroppo la sindrome da stanchezza cronica è una patologia invalidante, relax e fisica, ma nella maggior parte dei casi rimane priva di diagnosi. Cerchiamo di capire quali sono i segnali da quelli classici, come stanchezza cronica e giramenti di testa, fino a problemi della memoria e dolori diffusi.

Come suggerisce il nome, si tratta di una malattia estenuante: le persone affette da stanchezza cronica soffrono di una sensazione di stanchezza inspiegabile ed estrema che può durare per molti mesi, e spesso per anni. Purtroppo chi soffre di questa sindrome vede le capacità di svolgere anche i normali atti della vita quotidiana come compiti estenuanti. Fino a pochi anni fa la maggior parte dei medici riteneva che si trattasse di un disturbo psicologico, o peggio ancora immaginario. Ma nel 2015 un gruppo di ricercatori esperti ha definito l'affaticamento cronico come una "condizione grave e debilitante" con chiari sintomi fisici.

 

I pazienti purtroppo lottano con la malattia per anni prima di ricevere una diagnosi, e anche se non esiste una vera e propria cura i suoi sintomi possono essere trattati con vari farmaci e terapie, da rimedi per il sonno a terapie naturali, e esercizi fisici mirati.In questo modo le persone riescono a gestire la loro vita abbastanza bene, ma più precoce è la diagnosi e più efficace risulta essere il trattamento.

Da cosa è causata la CFS?

Che cosa causa la sindrome da stanchezza cronica?

Sembra che alla base di questa patologia vi sia una predisposizione genetica, ma la causa esatta rimane ancora un mistero e potrebbero essere coinvolti numerosi fattori, come l'infezione da virus di Epstein-Barr, e probabilmente anche altri tipi di infezioni, così come squilibri ormonali e problemi del sistema immunitario.

La stanchezza cronica colpisce persone di entrambi i sessi, anche se le donne hanno quattro volte più probabilità di ammalarsi di CFS. La malattia può colpire a qualsiasi età, anche durante l'infanzia, ma è più comune tra le persone di 40 e 50 anni.

Come viene diagnosticata la CFS?

Non esiste un test di laboratorio, o un biomarker per diagnosticare l'affaticamento cronico, ei suoi sintomi si sovrappongono a molte altre malattie, il che rende la diagnosi del disturbo una vera e propria sfida. Il fatto che sia un disturbo complesso con diversi sintomi in tutto il corpo complica ulteriormente le cose. Per diagnosticare la malattia, un medico deve escludere altri disturbi che possono causare affaticamento e identificare i segnali rivelatori della CFS. Quali sono questi segnali?

Stai vivendo una stanchezza debilitante

Senti di essere sempre stanca/o e senti che non è una normale stanchezza, ma una profonda stanchezza che ti porta ad una drastica riduzione delle capacità di portare a termine gli impegni quotidiani e che dura da più di sei mesi.

 

La stanchezza non è causata da attività eccessive ma da attività che si potrebbero fare facilmente. "Anche sedersi per un lungo periodo di tempo in una posizione scomoda potrebbe generare sintomi", infatti.La stanchezza è inesorabile e non va via con il riposo, tanto che molti pazienti affetti da questa sindrome ad un certo punto arrivano a passare a letto gran parte della loro giornata.

Ti senti ancora peggio dopo la palestra o altre attività

Se vai in palestra o fai uno sforzo che prima non ti causava problemi adesso ti senti ancora peggio. Sia lo stress fisico che quello mentale, accendono i sintomi. I linfonodi possono gonfiarsi, oppure ti compaiono dolori articolari o dolori muscolari. E per recuperare può essere necessario un giorno o più.

Ti svegli stanco

Le persone con stanchezza cronica possono  passare anche 12 ore aletto 12 ore a letto, ma quando si alzano, si sentono come se non avessero dormito affatto. Il sonno non è ristoratore. 

 

La maggior parte delle persone affette da stanchezza cronica sviluppa un problema di sonno di qualche tipo che prima non avevano.Ecco perché per le persone affette da stanchezza cronica, conservare l'energia che hanno è molto importante.I pazienti che funzionano meglio tendono a essere quelli che imparano a gestire la loro energia disponibile, e vivono cercando di sforzarsi il meno possibile.

Ti senti mentalmente pigro

Alcune persone con stanchezza cronica sperimentano alcuni "deficit cognitivi", "Principalmente ciò che accade è che hanno un ritardo nella loro capacità di elaborare le informazioni".Possono ancora elaborare le informazioni, ma non possono farlo rapidamente." Potrebbero anche avere delle difficoltà nella loro memoria a breve termine.Questi problemi con i processi mentali, che possono includere anche difficoltà nel prestare attenzione, o nel pianificare delle attività anche semplici, possono rendere difficile mantenere un lavoro o interagire in situazioni sociali. E i problemi peggiorano quando sei stressato. Per questo la CFS può portare a sentimenti di isolamento e disperazione.

Ti senti la testa vuota

Per molti pazienti affetti da stanchezza cronica, il semplice atto di stare in piedi può portare a sensazione di vertigini e stordimento.   Quando la persona si sdraia o alza i piedi, i sintomi migliorano, ma non necessariamente scompaiono.Questo fenomeno è quello che i medici chiamano "intolleranza ortostatica". È collegato all'effetto della fatica cronica sul sistema nervoso autonomo, che è "la parte del sistema nervoso che controlla tutto ciò che è automatico nei nostri corpi", compresa la circolazione. È noto infatti che l'affaticamento cronico porta a problemi di pressione sanguigna e flusso sanguigno.

Hai mal di testa, dolori articolari o muscolari

Il dolore è un sintomo comune di affaticamento cronico, ma può presentarsi in molte forme, dal mal di testa al dolore articolare e muscolare. Inoltre, differisce di intensità da una persona all'altra. Ci si può sentire come se si avesse  l'influenza, i postumi di una sbornia o il jet lag.

Hai anche altri sintomi

Ci sono molte altre lamentele che i pazienti affetti da stanchezza cronica riferiscono, anche se meno frequentemente. Tra questi,  problemi gastrointestinali,mal di gola, linfonodi gonfi nel collo e nelle ascelle, problemi nel sistema genito-urinario (compresi problemi ginecologici) e sensibilità a determinati farmaci, alimenti, sostanze chimiche o altri stimoli.Se riconosci in te stesso i segni della stanchezza cronica, vai dal tuo medico di fiducia, perché prima ti viene diagnosticata la CFS e prima puoi ottenere i trattamenti necessari per sentirti meglio. 

Scrivi commento

Commenti: 0